I mentecatti di Gorino

gorobarricateA Gorino, paese di seicento anime nel ferrarese, un manipolo di arditi col cuore traboccante di amor di patria, indomito coraggio e sprezzo del pericolo ha fermato l'avanzata del nemico invasore, alzando barricate per impedire l'arrivo di un pullman con dodici donne profughe, di cui una incinta, e otto bambini.
Fortuna che tosto è arrivato il messaggio di congratulazioni del Comandante in Capo delle Forze Ruspiste; i miliziani alle prime armi avrebbero potuto farsi cogliere dal dubbio di essere dei mentecatti.

Cercando di comprendere l'accaduto, potremmo considerare che statisticamente e storicamente, da sempre, esiste *ovunque* una ampia fascia di cittadini facilmente manipolabili e pronti a seguire spietati pifferai magici, specialmente se fanatici ed esaltati, vedi le masse che seguirono ciecamente Mussolini, Stalin, Hitler ecc..
Esiste poi, storicamente e da sempre, una fascia minore di cittadini pronti ad obbedire a qualsiasi ordine di detti spietati pifferai, i potenziali boia, torturatori ed esecutori di ogni possibile nefandezza.
Questi individui, carnefici "dormienti", sono tra noi, da sempre. Restano "latenti" se nessuno li istiga al crimine e una società *civile* gli impone la sua *civiltà*, ma esplodono pronti a qualsiasi nefandezza se un leader fanatico di turno li incita e aizza alla crociata contro un *diverso* qualsiasi.

Tutto questo sta accadendo oggi in Italia (mia opinione ovviamente) perchè Renzi ha bisogno di dare *molto* spazio sui media a fanatici come salvini per far apparire al popolo italiota la sua politica e il suo partito meno di destra e per incutere il timore del "se non votate me passa lui".

Ovviamente ci saranno sempre dei salvini, dei fini o dei giovanardi pronti a cercare i voti delle menti esaltate e facilmente manipolabili; resta da vedere se i relativi governi concedono loro spazi o meno. Oggi in Italia Renzi li concede loro a pacchi, e questo è il risultato.
In Europa invece sembra che non abbiano questa necessità: 

l'Europarlamento revoca l'immunità a Borghezio.   "Il razzismo non può essere mai strumento di lotta politica"

prefetto-gorinoE chi sono i colpevoli? Lo sono gli abitanti Gorino?
Oltre al già citato Renzi, il suo entourage e i suoi funzionari (Amministratori e Prefettura locali che hanno lasciato agire e hanno pure accontentato quattro mentecatti, tra l'altro non perseguendoli per l'occupazione del suolo pubblico e il blocco stradale, puniti severamente dalla legge, come sappiamo bene quando lo fanno i cittadini che tentano di contestare Renzi),  certo sono colpevoli quegli abitanti di Gorino che hanno inscenato quella immonda pagliacciata; lo sono poi quelli che nelle prossime ore non la condanneranno, e tutti i cittadini di tutti i Comuni che non si dissoceranno da questa miseria umana, in rete come nelle piazze.

 

Se può consolarci, una recente statistica (Ipsos) dimostra che nonostante la martellante propaganda razzista e xenofoba che Renzi concede via media ai salvini, solo per un 21% degli italiani l'immigrazione è un problema (quelle masse facilmente manipolabili di cui accennavo prima); per il restante 79% NON lo è, e considera le priorità ben altre.  :)

14639661_10208725018940229_2980219582354523603_n

Opinione personale sul family day del 30 Genn. 2016

Gay-Dio2Stasera su facebook ho letto un post che ha proposto un amico, Stefano Accorsi​, che a sua volta lo ha ricevuto da una sua ex allieva. In questo Post si parla di Alan Mathison Turing.

Cosa mi porta a collegarmi a questa persona per parlare della manifestazione del family dai di ieri a Roma?

Non lo so, forse un senso di nausea per questa negazione di diritti che, a mio avviso, dovrebbero essere patrimonio di tutti, nessuno escluso. Senso di nausea per questa negazione di opportunità.

Certamente l'omosessualità non è più perseguita come lo era nel 1954 quando Turing si suicidò, ma è anche vero che la vita affettiva di un omosessuale ancora oggi NON deve disturbare i "benpensanti", gli omosessuali possono convivere, avere un compagno/a, fare tutte le "zozzerie" che vogliono ma non devono "disturbare", non devono pretendere il diritto di poter accudire in ospedale il compagno/a che malauguratamente ne avesse bisogno, non devono pretendere il diritto di "ereditare" i beni del compagno/a nel caso questi venga a mancare, non devono pretendere di avere il diritto di accudire ed amare come loro quel figlio che il compagno/a può aver avuto da una precedente relazione, NON devono pretendere!

Però quando si tratta di godere delle scoperte, delle invenzioni e del lavoro di queste persone allora non c'è nessun problema (a proposito ricordo una pubblicità progresso di qualche mese fa). Questo è quello che successe a Alan Mathison Turing.

Turing nacque nel 1912 a Londra, è stato uno dei più grandi matematici del XX secolo e uno dei padri dell'informatica e con il suo genio ed il suo ingegno contribuì fortemente alla sconfitta della Germania nazista, lavorò a Bletchley Park dove ideò una serie di tecniche per violare i cifrari tedeschi, incluso il metodo della "bomba", una macchina elettromeccanica in grado di decodificare codici creati mediante la macchina tedesca enigma; bene, nonostante questi tutti questi meriti Turing nel 1952 fu arrestato per omosessualità e portato in tribunale, dove a sua difesa disse semplicemente che «non scorgeva niente di male nelle sue azioni». Condannato fu costretto a scegliere tra una pena detentiva a due anni di carcere o la castrazione chimica mediante assunzione di estrogeni. Per non finire in prigione, lo scienziato optò per la seconda alternativa. Per oltre un anno si sottopose a trattamenti che provocarono in lui un calo della libido e lo sviluppo del seno, la depressione legata al trattamento lo portò al suicidio nel 1954. https://it.wikipedia.org/wiki/Alan_Turing

Ora quando ho visto la manifestazione del family day di ieri mo sono rattristato perché vedere persone che manifestano non per rivendicare diritti ma per rivendicare che ad altri vengano negati quegli stessi diritti dei quali essi stessi godono non può mettere altro che tristezza, e mi chiedevo quanti altri "Turing" ci sono stati? E quanti ce ne sono e ce ne dovranno essere ancora?

Chi ci da il diritto di negare dei diritti quando questi non sono lesivi per nessuno? o il diritto di imporre a qualcuno come deve amare? O magari cosa può amare?

Non credo che il buon Dio ci abbia mai dato questo potere!

Noi e le stragi di Parigi

francia - siriaL'emotività ci frega.
Le vittime indifese e incolpevoli, i civili massacrati, le donne e i bambini… *occidentali*, ci sgomentano e ci indignano quando colpiti brutalmente.

Ma se non usiamo il discernimento scevro dall'emotività, se non mettiamo nel conto *tutte* le azioni successe in questi ultimi tempi e i fatti che le hanno provocate e indotte, ben difficilmente potremo vincere *l'emozione* e comprendere cosa realmente stia succedendo attorno a noi.

Vediamo.

Tutta l'Africa del nord e il Medio Oriente (non solo Assad dunque, o Gheddafi o Saddam o Morsi o Ben Alì ecc…) sono stati devastati da pesanti azioni di destabilizzazione volute dagli Usa e condotte dalla Cia decisi -per loro interessi- a cambiare gli equilibri di quell'area.
L'Europa è stata coinvolta dagli Usa in queste azioni in modo disunito, saltuario e frammentato, finalizzato solo a rendere meno coesa l'unione tra gli Stati Europei.

Recentemente Putin -noto dittatore della Russia- messo da tempo economicamente e politicamente alle strette dagli Usa,  è entrato nella partita (quasi costretto) rendendosi disponibile a "aiutare l'occidente a sconfiggere l'Isis, il terrorismo islamico", mostrando improvvisamente al mondo come il re Usa fosse nudo, in quanto reale organizzatore dell'Isis e delle sue azioni terroristiche.

L'azione Usa è quindi divenuta frenetica e a tratti isterica. Ha subito ricercato di nuovo alleati in Europa e tra i primi Hollande (per altri suoi evidenti interessi) ha deciso di iniziare i bombardamenti assieme a Putin.
" Isis, la Francia bombarda in Siria."

" Is, Hollande: "Caccia francesi in Siria"

"Raid russi in Siria contro lo Stato islamico. Usa: "Si fermi"

E' una guerra insomma di destabilizzazione degli Usa contro mezzo mondo, nella quale usa i terroristi da lei creati e organizzati per punire a piacere chi non asseconda i suoi piani.

E le punizioni (o se vogliamo *atti di guerra*) arrivano: due aerei civili russi -carichi di passeggeri innocenti- vengono fatti saltare dai "terroristi" e oggi abbiamo l'azione di Parigi.

Esprimiamo pure il nostro sdegno per gli attentati e la nostra solidarietà per le vittime innocenti. Ma non fingiamo -coadiuvati dall'emotività- che stia succedendo altro.

 

giornaleIn questa già difficile situazione, abbiamo poi  gli avvoltoi nostrani, veri e propri terroristi del pensiero, che approfittano dei drammi per soffiare sul fuoco del razzismo xenofobo.

Sciacalli all'opera che festeggiano le stragi sui corpi ancora caldi.

L’Islam festeggia i nostri morti", "i buonisti sono complici", "chi mi parla dell'islam moderato lo prendo a calci in culo", "basta buonismo del cavolo". Mentre gli attentati erano in corso in Francia, Matteo Salvini, Daniela Santanchè, Maurizio Gasparri e tanti tra leghisti e forzisti erano pronti a cavalcare l'onda dell'odio

Sarebbero dunque *gli islamici* la causa di tutto,…  giusto?

– Due giorni fa, a Beirut, l'Isis finanziata dalla Cia ha ucciso 50 musulmani sciiti e ne ha feriti circa 200.

– I peshmerga curdi, che da mesi e mesi in solitudine combattono l'Isis organizzata dagli USA, sono a maggioranza islamica.

– Sin dalla sua nascita, l'Isis controllata dalla Cia ha ucciso per lo più altri arabi: sciiti, atei, gay, minoranze religiose. Persino altri sunniti contrari alle loro pratiche.

Quando questa mattina mi sono svegliato e ho letto il titolo a nove colonne di "Libero", ossia "Bastardi islamici", ho ripensato alla strage di Duisburg commessa da nostri connazionali: cosa sarebbe successo se un giornale tedesco avesse titolato "Bastardi italiani", per di più alla luce delle tanti stragi e dei tanti attentati politici e mafiosi commessi da italiani Doc?

Tuttavia le menti non pensanti si lasciano trascinare dall'emotività, e anche un titolo come questo ha dunque un suo perchè.

Salvini docet.  :)

In un ipotetico regime omosessuale… tu?

sentinella in piedi A Sant'Agata è attivo un fervente nucleo di Sentinelle in Piedi -integraliste e confessionalmente talebane – a cui i locali compagni hanno incautamente (e negligentemente) affidato l'amministrazione del Paese.

In una loro pagina di FB, dove quotidianamente lottano contro l'uguaglianza di genere, contro l'aborto e il peccato e contro gli omosessuali in ogni loro forma, sia esistenziale che espressiva, abbiamo posto il seguente scenario  immaginario con quesito.

" Immaginiamo una società dove cittadini omosessuali divengano la maggioranza, e rappresentati da un loro partito governino.
Come te Massimo (immagino) anch'io credo fermamente nella democrazia, e non vedrei come una simile eventualità potesse essere fermata, salvo con la discussione ed il confronto delle idee.

Immaginiamo però che questa esperienza di governo venga portata all'eccesso, con movimenti radicali omosessuali -sostenuti da loro adeguate fedi pseudo religiose- che tendano ad imporre per legge quelle loro fedi e abitudini, sia sessuali che etiche, prima stigmatizzando, poi relegando e ghettizzando chi non si adegua, infine impedendo loro il matrimonio, i figli naturali ecc..

In quel caso, mi opporrei strenuamente a questi radicalismi perchè ritengo che ognuno debba decidere liberamente su di sè e sulla sua persona, abitudini sessuali ed unioni comprese e che per esse non si possa essere derisi, emarginati dalla società o costretti ad accettarne regole -sulla persona- non condivise.

Tu Massimo e voi che leggete, accettereste questi radicalismi o come me vi opporreste tenacemente ?
E se come me vi sentiste pronti ad opporvi, per quali motivi ritenete invece "accettabile" la vostra attuale campagna finalizzata ad imporre i vostri concetti etici sulla vita degli omosessuali?

Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte, considerazioni e commenti. "

Nessuna sentinella talebana – dei tantissimi che hanno letto – ha commentato.

Gli unici commenti – interessantissimi come sempre – sono stati dei frequentatori di Persiceto Caffè, che riporto sotto al fine di salvare la bella discussione.  😉 

Il fanatismo che avanza, il lato oscuro

Richiamando ciò che ho pensato tempo fa, con termini al limite dell’interpretazione, quando indicavo una SANA dittatura purchè spazzasse via lo schifo mafioso e illegale che ci troviamo da anni al governo e in parlamento; ora mi sono svegliato e mi rendo conto a cosa ci stiamo avvicinando.
Il fanatismo delle masse stanche della politica attuale, spenta, mafiosa e conservatrice mi terrorizza sempre di più, molto, molto probabilmente ci saranno cambiamenti drastici in Italia e uno scossone ci vuole eccome dopo tutti questi anni di monopolio politico ad inciucio, il problema è che non sarà il monopolio a cambiare, ma il potere che andrà ad un solo movimento. Cosa ha sconvolto dentro di me un tale pensiero? La rabbia!

La rabbia di sentirsi inutili, la rabbia di sentirsi impotenti, la rabbia di trovarsi rubati della dignità dalle istituzioni che dovrebbero proteggermi, tutelarmi, elevarmi, aiutarmi. La rabbia di avere idee, voglia di fare, voglia di creare qualcosa per questo fantastico paese in cui sono nato e ritrovarmi i bastoni tra le ruote proprio dal sistema stesso.

Ora leggo frasi e incitazioni alla violenza già ben oltre la legalità, siamo già a livelli di olio di ricino in piazza, siamo a livelli di lapidazioni e roba simile, questo mi fa paura.

Alle ultime elezioni votai M5S, perchè veramente contrariato dall’impotenza di ciò in cui credevo nel fare qualcosa di giusto.
Fin dal primo voto dei miei 18 anni ho creduto in qualcosa che in poco tempo si è sfaldato e svanito.
Ho cavalcato il sogno di un’Italia giusta, coerente, pulita, fiorente e soprattutto legale, ho cavalcato il sogno di una ripulita di questo sistema di inciuci, raccomandazioni e ricatti, ma non è successo e ora mi accorgo che la cosa è degenerata, la gente è disperata, gli italiani non hanno più casa, non hanno lavoro, i giovani non hanno futuro, la mano d’opera italiana non esiste più, l’esperienza di un lavoro decennale quanto generazionale non esiste più, c’è rabbia, tanta rabbia e questo porta al fanatismo.
Si ora vedo tutti i segni di ciò che ho studiato, di ciò che i nonni mi hanno raccontato, di ciò che è accaduto in Italia 70 anni fa.

Qui raga sono cazzi e mi troverò a sparare contro quelli che “salveranno” l’Italia dai ladri donandola ai dittatori.

Raga qui sono cazzi. Basta veramente poco per ridurre questo paese allo sfacelo totale, quanto elevarlo alla rinascita, ma dubito fortemente in quest’ultima, visto l’imbecillità di ciò che avanza.