I persicetani non votano l’Area Metropolitana

gelliSan Giovanni Persiceto ha 30.000 abitanti.
Fa parte di una Città metropolitana di un milione di abitanti, e il suo sindaco metropolitano è Merola dal 1° gennaio 2015.
Abbiamo noi persicetani votato per lui? – No.
Potremo votare almeno per un suo contendente? – No.
L'abitante di Persiceto è e sarà amministrato da un Sindaco metropolitano per il quale non potrà votare. Pazienza, dirai, Persiceto è piccola e Bologna è grande. Ma il comune di Bologna ha 380.000 abitanti e la sua Città metropolitana un milione. Poi ve la prendete coi grillini ignoranti, ma chi è che ha lasciato passare una legge che trasforma gli abitanti del Comune di Bologna in cittadini di serie A e quelli di Persiceto e tutta l'hinterland – la maggioranza – in cittadini di serie B?  Se poi il Sindaco metropolitano privilegerà gli interessi dei primi a scapito dei secondi, ce la prenderemo con lui o con i pericolosi imbecilli che hanno fatto passare una legge del genere?

Vediamo dunque come il nuovo articolo 114 della Costituzione, combinato con l'oscena legge Delrio del 2014 trasforma il cittadino di Persiceto in un qualcosa di diverso al cittadino di una città NON metropolitana come Cento:

  •  Il cittadino di Persiceto può eleggere i suoi consiglieri comunali e il suo Sindaco. Anche quello di Cento.
  •  Il cittadino di Persiceto vota per eleggere il consiglio regionale dell'Emilia e il presidente della stessa Regione. Anche quello di Cento.
  •  Il cittadino di Persiceto vota per eleggere il Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna e il Presidente della stessa Regione. Anche quello di Cento.
  • Il cittadino di Cento è amministrato dagli organi provinciali (Consiglio Provinciale, assemblea dei Sindaci, Presidente di Provincia) della Provincia di Ferrara. Non li ha eletti lui – tranne il suo Sindaco – ma sono stati eletti da un'assemblea di delegati eletti da tutti gli abitanti della provincia di Ferrara, tra cui anche lui.
  • Il cittadino di Persiceto *no*. Il cittadino di Persiceto si attacca. Bisognava risparmiare e si è risparmiato lì.
  • Il cittadino di Persiceto abita in un'Area Vasta in cui comanda il Sindaco di Bologna, eletto solo a Bologna. Fine.

Tutto questo secondo me è anticostituzionale, ma magari mi sbaglio. Però non mi sbaglio se dico che è brutto. Peraltro, se le Province esistono ancora, perché Renzi ha voluto sbianchettarle da tutti gli articoli della Costituzione?
Per cercare di ingraziarsi i grillini che sognano di tagliare milioni di budget con "l'abolizione delle Province"?
O perché è un modo di creare le premesse per abolirle davvero, in un secondo momento?
O forse solo per porre in essere il progetto di Gelli, come chiaramente indicato nel suo "Piano di Rinascita"?

In altre parole, quando Renzi e Boschi hanno attuato questo pastrocchio, quando lo hanno fissato nella loro bozza di Costituzione, erano sconsiderati, in buona o cattiva fede?

Comunque sia, in entrambi i casi trovo il tutto inaccettabile, e al Referendum Costituzionale voto No.