Persiceto in Movimento (5S)

Un paio di mesi fa, dopo alcuni test iniziali di presenza in rete, è partita in FB la pagina ufficiale del Movimento 5 Stelle di Persiceto, espressione del neonato Movimento Persicetano.

Si sono presentati con un bel messaggio aperto ed accattivante, che di fatto coinvolgeva non solo i militanti, ma anche simpatizzanti e semplici interessati:

Persiceto in Movimento   Organizzazione politica
Il punto di incontro di tutti coloro che hanno a cuore questo Comune nonché degli elettori, dei simpatizzanti e dei cittadini attivi del MoVimento 5 Stelle

Da sempre molto interessati a questa realtà e con diversi nostri componenti attivisti del M5S, ci siamo subito presentati in quella pagina, e dopo un cordiale messaggio di benvenuto, abbiamo iniziato subito a discutere e a confrontarci in modo sereno e costruttivo:

  • Cari amici, 
    siamo lieti della nascita e della presenza di questa pagina “punto di incontro di tutti coloro che hanno a cuore questo Comune”.
    Pur non essendo militanti del M5S, ne condividiamo in larga misura obiettivi e battaglie, (http://www.persicetocaffe.com/ma-chi-e-persiceto-caffe).
    Confronteremo con piacere in questi spazi argomenti e posizioni, anche differenti, con passione accesa, ma sempre con pieno rispetto per chi non la pensa come noi. 
    E speriamo che da questi confronti civili possano nascere occasioni di collaborazione per migliorare e far crescere il nostro Comune.

    Un caro saluto a tutti e … buona discussione. 6 gennaio alle ore 8.02

     

    Persiceto in MoVimento grazie per l’accoglienza, conosciamo Persiceto Caffè e quanto sia interessante e utile ai fini di un confronto costruttivo… Con piacere collaboreremo per migliorare lo sviluppo della nostra cara San Giovanni

    · 6 gennaio alle ore 10.46

Il dibattito e il confronto sono proseguiti per alcuni giorni. Solo alcuni giorni, giusto il tempo necessario per chi era disturbato dal dialogo e dal confronto di prendere il sopravvento, defenestrare i dialoganti e procedere esclusivamente con sterili copia-incolla dei dictat grillini. Dialogo e confronto zero. Finiti. Che la parte chiusa e integralista del Movimento ha preso il controllo di quella pagina.

Come sta impazzando in tutta Italia coinvolgendo Sindaci e Parlamentari, la lacerazione trasversale del Movimento fatta di scontri durissimi, allontanamenti spontanei, sanzioni ed espulsioni, in una lunga fibrillazione permanente, ora la diaspora silenziosa sul territorio passa anche per Persiceto, dove appena nati sono passati subito alle purghe. E sembra per pure invidie personali.

Chi ora entra in quella pagina, si dichiara interessato ai programmi 5 stelle e chiede il confronto, è preso a male parole ed allontanato.

Sancio Panza –  Scrivi a casa Tua!

E così, dopo aver cacciato elementi davvero positivi e capaci, estremamente attivi nel realizzare e organizzare  sia quelle pagine che il gruppo, sembra che Marcello Annese, Daniela Matacchiera e Alby Longhi abbiano preso il controllo del M5S di Persiceto. Tre personaggi che tra l’altro non sono di qui, non conoscono Persiceto e i persicetani. E si apprestano a chiedere il loro voto a suon di slogan copiaincollati,  evitando ogni forma di dilogo a cui pare non abbiano i mezzi per accedere.

Ma questi come sperano di ottenerli i voti dei persicetani?

 

 

 

 

  1. Ma come? ancora nessun commento? allora commento io…
    Io in quanto autore di Persiceto Caffè, simpatizzante M5s, lettore “di quella pagina là” (SGP in Movimento) provo a fare un commento distaccato e neutrale ma molto critico all’articolo di Andrea.
    Non capisco il motivo di attacco diretto -solo- al M5s Persiceto. E le altre liste? tutte ok? avete chiesto il confronto a tutte? Andrea hai scritto questo articolo duro perché tale Sancio Panza (ma esiste o è un fake? boh mica l’ho capito) ha scritto all’avatar Persiceto Caffè “scrivi a casa tua”? Innanzitutto Persiceto Caffè mi risulta essere un sito Blog composto da un’insieme di autori, quindi lo “scrivi a casa tua” a chi era indirizzato? a tutti gli autori del sito? o a qualcuno in specifico? ho seguito solo in parte i commenti e controcommenti fra SGP M5s , bannati, mica bannati, buoni, cattivi, io-si-che-sono-democratico, io-meno-ma-cmq-più-di-te-specchio-riflesso-gne-gne… anche perché gli screzi e baruffe personali mi annoiano tale e quali mi annoiano i pollai talk-show in TV.
    Chi entra in “quella pagina” e chiede il confronto viene allontanato? ma in che veste entra? di criticone esterno o interessato al programma M5s? no, perché nel secondo caso sarebbe più logico entrare e tesserarsi M5s e (da dentro) partecipare attivamente e costruttivamente.
    Non capisco neppure l’attacco diretto (e personale) a tre ragazzi “che tra l’altro non sono di qui, non conoscono Persiceto e i persicetani” anzi, mi suona proprio male questa frase tendente al razzismo.
    Cosa vuol dire? che chi non ha per cognome Serra Cocchi Cotti Forni e non vive a SGP da almeno tre generazioni non può interessarsi di politica? bah…
    Aspetto un commento, devo aver sicuramente perso qualche puntata oppure saltato qualche passaggio perché leggendo quanto sopra sono rimasto a bocca aperta…

  2. Grazie caro Yari per il tuo schietto e franco commento.

    L’unica osservazione che posso sollevare è per il tuo stupore; abbiamo espresso due differenti punti di vista e l’abbiamo fatto in modo sentito e sincero. Come stamattina quando ho detto a mia moglie che il latte mi sembrava rancido, e lei dopo averlo assaggiato ha detto che le sembrava buono.

    La sensazione che ho avuto dal Movimento Persiceto è quella che ho descritto su, e **dopo** averlo fatto per altre Liste locali; abbiamo avuto un iniziale costruttivo confronto in quella pagina che è presto cessato, Sancio panza o meno; è Grillo che chiede da Statuto che i leader siano locali e non importati, condizione resa imprescindibile per le Liste.

    Caro Yari, che ti posso dire, questo è un latte che mi sembra già acido, e parecchio.

     Mi solleva, ma solo un po’, leggere invece che per te è ancora buono.

    … magari prima di berlo sentiamo pure qualcun’altro, che poi il rischio è che ci faccia male a tutti.  :mrgreen:

  3. Adesso però giro la frittata e, così come ho criticato lo scritto di Andrea, guardo con occhio critico anche dall’altra parte. Ribadisco, il mio è un commento da “esterno” (e che forse ha saltato qualche passaggio). Una forza politica, anche se a livello locale, comeSan Giovanni in Persiceto in MoVimento credo debba essere aperta ad ogni tipo di critica, discussione, commento, confronto. Anche se duro. Se ci metti la faccia e ti presenti impegnandoti devi aspettartelo. Tantopiù con persone intelligenti e che sul territorio hanno esperienze e trascorsi passati, come possono essere persone che scrivono su Persiceto Caffe . Le lotte e discussioni, a mio modestissimo parere, devono essere sui contenuti; gli “scrivi a casa tua” non stanno nè in cielo nè in terra, nè da fake nè da altre persone. Pensatela come volete, ultimamente sono sempre meno “grillino” ma sempre più “DiBattistiano” aperto, trasparente ed in mezzo alla gente. Chi cerca il confronto faccia-a-faccia, benvenuto, vieni pure, ho vent’anni di contenuti arretrati da vomitarti in faccia caro amico PDino o PDLLino. E’ chiaro che in molti teniamo al “bene” della comunità e di San Giovanni e le scaramucce personali credo non giovino nè agli uni nè agli altri. Il confronto da entrambe le parti deve però essere leale… a buon intenditor

  4. Buongiorno Sig. Andrea Cotti.

     

    “Visto che sul blog si puo commentare solo da iscritti e che sulla pagina bisogna essere amici (Sergio non lo è):
    Buongiorno Sig. Andrea Cotti.
    Le scrivo questa lettera tramite la pagina di Persiceto in Movimento perché non ho passato la prima selezione per poter scrivere nel suo profilo Persiceto Caffè (visto che detto da Lei è un posto dove si può dibattere e confrontarsi secondo me dovrebbe essere aperto a tutti prima di una selezione “schiumatura” richiesta di amicizia).
    Mi chiamo Prandini Sergio,sono nato a San Giovanni in Persiceto in casa,mia madre mi ha fatto in casa con la stessa naturalezza che usa a fare 6 uova di tortellini.
    I miei nonni dalla parte di mia madre erano Persicetani (della Partecipanza),dalla parte di mio padre,mia nonna era della Villa (frazione di Persiceto) e mio nonno era nato alla Madonna dell’Oppio (quando era sotto Bologna).
    Spero che le mie credenziali siano di suo gradimento,visto che Grillo richiede di essere residenti nel comune non richiede il pedigree.
    Seguo il Movimento 5 Stelle di Persiceto dalla sua nascita,partecipo attivamente per quanto mi è possibile,togliendo tempo dalla mia vita privata come fanno tutti gli altri partecipanti al movimento.
    Tengo a precisare che mai mi permetterei di dire che la mia partecipazione possa essere stata indispensabile alla nascita del gruppo,tutti quando hanno la medesima importanza, sia quelli già presenti,sia quelli che verranno.
    Leggendo il suo post nel profilo di Persiceto Caffè, come del resto tutti quelli che ha scritto sul Movimento 5 Stelle di Persiceto,mi chiedo su quali basi e su quali notizie fa certe dichiarazioni,
    mettendo addirittura nomi e cognomi di gente che neppure conosce.
    Io Lei non la conosco,se non per fama di frequentatore di Facebook,mi hanno parlato di Lei Leonildo e Gabriele,ma di solito io per farmi un’idea di una persona specialmente prima di buttargli merda addosso ho necessità di conoscerla personalmente, un confronto diretto faccia a faccia.
    Leggo che Lei ha smesso di scrivere sulla pagina di Persiceto in Movimento perché un certo sanciopanza le ha scritto “scrivi a casa tua!”, questa cosa mi ha fatto molto sorridere, sarebbe come se Babbo Natale scrivesse sul suo profilo di Persiceto Caffè a chi posta qualcosa o a chi commenta “scrivi a casa tua!” e tutti quanti se la prendessero e smettessero di scrivere.(non mi sembra che Lei sia uno con le spalle così poco grosse).
    Le posso garantire che all’interno del gruppo non esiste nessuno che comanda sugli altri e meno che meno che si chiama Sanciopanza o altre cose simili,di certo non possiamo controllare qualsiasi personaggio abbia voglia di scrivere o creare zizzania, visto che la pagina è aperta a TUTTI!!(penso che questo sia elementare e chiaro).
    La invito a partecipare come invito tutti quelli che vogliono venire,ai nostri incontri,ce ne sarà uno giovedì 13 marzo alle 21 presso il C.F.O. Via Rocco Stefani alle 21,dopo di che potrà scrivere sulla Pagina di Persiceto in Movimento quello che riterrà opportuno,quelle che saranno le Sue impressioni, in maniera che ci possa essere uno scambio, un dialogo corretto, è da questo che noi prendiamo spunto per idee costruttive.
    La invito a scrivere sulla pagina di Persiceto in Movimento,come invito tutti per un confronto e uno scambio di idee e come dice Lei “speriamo che da questi confronti civili possano nascere occasioni di collaborazione per migliorare e far crescere il nostro Comune”, quindi se questo è vero l’aspetto.
    Questo invito glielo faccio io Prandini Sergio sicuramente più reale e credibile di un sanciopanza ,babbo natale o topolino che Le dicono di scrivere a casa sua.
    Spero che in futuro le discussioni possano essere più serie ,basate su contenuti veri senza l’intervento di fantomatici personaggi o super eroi..

    Buona Giornata e spero a presto.

    (N.B. il latte non diventa rancido ,lo prendo come un buon auspicio)

    Prandini Srergio ”

  5. Sono sempre stato contrario a fare nomi e cognomi pubblicamente, soprattutto quando la pochezza degli attori coinvolti non merita tale attenzione. E su questo punto concordo con Yari e Sergio. E debbo anche ammettere che i personaggi citati non possono certo essere giudicati perchè immigrati da altre città ma piuttosto per quanto esprimono o esprimeranno. In questo mio intervento non citerò alcun riferimento specifico, come cerco di fare sempre, se non un “nome”… per essere credibile a coloro che leggeranno (i ben informati sanno di chi sto parlando).
    Fatta questa premessa, mi schiero completamente dalla parte di Andrea Cotti e Persiceto Caffè.
    Perchè? Perchè le cose stanno esattamente così come è stato scritto.
    Andrea e gli autori di Persiceto Caffè sono sempre stati considerati interlocutori da tenere distanti, senza motivazioni legittime. Ho avuto la netta percezione che la massa ignorante e superficiale li abbia sempre considerati dei convinti piddini e da qui le voci e le dicerie conseguenti….e quindi il distacco. Non si è mai posta il dubbio se le proprio convinzioni fossero fondate, nè si è mai prodigata per cercare un confronto chiarificatore. Tutto ciò ancor prima di aprire la pagina pubblica su FB.
    Per i tanti che non sanno, dico alcune cose che non verranno loro mai dette. E preciso che tutto quanto vado a dire…è registrato via mail e facilmente dimostrabile. Chi non mi è amico su FB può richiedermi l’amicizia per avere in pvt quanto mi verrà richiesto. Questa precisazione anche alla luce di quanto scrive oggi un membro del gruppo: menzogne su menzogne al punto che ho dimostrato per la prima menzogna lanciata quale è la verità, allegando dimostrazione e commento.
    Inizialmente la pagina Persiceto in Movimento aveva due “amministratori”, tra cui uno era il sottoscritto, e tre “creatori di contenuti”. In quei giorni di inizio gennaio ero il solo a curare la pagina appena creata ed ogni post e commento erano di mia fattura, compreso il messaggio beneaugurante scambiato con Persiceto Caffè. Tutto andava bene e in tre giorni i “Mi Piace”, che avevo sollecitato ai persicetani conosciuti, fioccavano!
    Passata l’Epifania i creatori di contenuti sono rientrati dalle ferie e li sono cominciati a nascere i primi problemi tra cui un’incredibile aggressione verbale, avvenuta in una riunione serale, subita dal sottoscritto Amministratore da parte di un creatore di contenuti per un’accidentale cancellazione di un commento. Faccio presente che sia quest’ultimi che gli amministratori operano sotto la firma “Persiceto in Movimento” e quindi non sono riconoscibili. All’episodio increscioso di quella sera, riconosciuto tale dalla moltitudine dei presenti, sono seguite scuse reciproche che però non hanno cancellato invidie poi maturate nel corso dei giorni seguenti nei confronti del sottoscritto.
    Ed ora viene il bello della democrazia e della trasparenza del gruppo Cinque Stelle persicetano!
    Nella settimana successiva mi sono ritrovato declassato da amministratore a creatore di contenuti senza alcun preavviso e senza ragioni oggettive. In quel periodo tutti volevano postare, e forse in maniera un pò rigida, ho cercato di controllare la pagina perchè non divenisse banale agli occhi di chi ci leggeva. In me c’era solo positività ma credo questo sia stato equivocato. Fatto sta che lo scontro è divenuto più acceso quando Persiceto caffè il 13 gennaio ha pubblicato due post chiedendo un commento. Nei ritagli di tempo avevo preparato un paio di risposte sottoponendole a giudizio dello staff che da quel momento però non ha più voluto considerare Persiceto Caffè come un interlocutore. Tant’è che, per buon senso, ho provveduto in prima persona a rispondere (potete verificare direttamente). La situazione è poi degenerata nella riunione successiva come descritto nell’unico articolo che ho pubblicato in Persiceto Caffè sul M5S di Persiceto.
    A nulla sono valsi i tentativi di riconciliare le posizioni da parte del sottoscritto e da parte di alcuni attivisti di Sala, Calderara e Crevalcore, così come sono rimasti inascoltati gli appelli di membri diretti del gruppo. Quei tre iniziali, poi forse diventati quattro o cinque hanno imposto le LORO REGOLE fino a condizionare altrettante persone tacendo la verità.
    Ne è un esempio e non posso dimenticare Alessandro che, membro del gruppo e non a conoscenza di tutto quanto accaduto, ha chiesto spiegazioni sulla mia espulsione con una fantomatica votazione. Alessandro è l’unico che ha voluto cercare la verità ed ha chiesto di vedere i verbali o i report della votazione avvenuta. Quei documenti non gli sono mai stati consegnati. Mi ha poi scritto in privato dicendomi che avevo ragione, che non c’è la minima democrazia nel gruppo persicetano, che è stato trattato male solo per aver chiesto giustificazioni, accusato addirittura di essere un infiltrato. Meglio che non dica il resto, credetemi. Fatto sta che subito dopo, si è cancellato dal gruppo. 
    Voglio quindi dire a Gianluca Ferraro che apprezzo tanto la sua cordialità e quando racconta che le cose ora sono cambiate. Ma vorrei anche far presente, che forse alcune persone sono cambiate dopo essersi rese conto degli errori che hanno commesso. Purtroppo, numerose sono state le persone valide che hanno approcciato ad una riunione e non sono più tornate. Qualche motivo ci sarà! Auspico davvero che la base attuale abbia imparato dai propri errori!!!
    Mi fa piacere che Yari abbia corretto il suo primo intervento e abbia compreso che Persiceto Caffè non si diverte a commentare un tanto al chilo come fanno altri. Come da lui ammesso, è stato simpatizzante fin dall’inizio ma non attivista al punto da partecipare alle riunioni o alle iniziative. E quindi è l’ultimo che può sapere come sono andate effettivamente le cose. Ora, caro Yari, qualcosa in più sai!
    Quanto a Sergio, spezzo una lancia e lo giustifico. Persona positiva e costruttiva. Sempre molto attivo, ma non poteva sapere perchè in quelle due settimane era impegnato per lavoro e oltretutto iscritto a Facebook recentemente: anche lui troppe cose non conosce di quel periodaccio.
    Non voglio dilungarmi oltre e non voglio più parlare di questa vicenda. Verificheremo il responso elettorale e successivamente commenteremo.