Persiceto a Teatro: “Trèi vòus Dòu chitar Un dialàtt”

Ovvero “Tre voci Due chitarre Un dialetto“, in occasione del raggiungimento del primo traguardo per la costituzione della BCC Banca Felsinea, il Comitato promotore della BCC Banca Felsinea offre uno spettacolo gratuito il giorno 19 Giugno 2012 ore 21 presso il Teatro Fanin, dalle 20 aperitivo offerto nel foyer – INGRESSO GRATUITO FINO ESAURIMENTO POSTI – saliranno sul palco Fausto Carpani, Gigen Ivra, Amos Lelli accompagnati dalla chitarra di Antonio Stragapede; tavole di “Matitaccia” Giorgio Serra.

La serata, nel ricordo degli accadimenti che stanno profondamente mettendo a dura prova i nostri Comuni, vuole essere un segnale per ritornare ad una normalità ricercata e necessaria per poter pensare al domani.

Il Comitato promotore vuole ringraziare tutti i Soci che ad oggi hanno permesso di raggiungere il primo dei due traguardi essenziali per la costituzione delle BCC Felsinea, da cui il nome “Festa dei 200”. PARTECIPATE NUMEROSI – INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI –

“Facciamo crescere il nostro Territorio”

  1. Trattandosi pur sempre di una banca, i rischi non mancano.

    (Diamo così un bell’assist a Fabio per spiegarci alcune cose :mrgreen: )

    ” La banca sospende i pagamenti per un mese, e i clienti stanno senza bancomat

    Oltre ai risparmi dei clienti, a rischio ci sono anche i posti di lavoro dei 69 dipendenti. L’istituto, partecipata da nomi di primo piano della finanza,  in amministrazione straordinaria dal 28 novembre 2011

    C’è chi si è ritrovato con 20 euro in tasca a inizio mese, e non sa come pagare le bollette e le spese quotidiane; chi si è visto negare i prelievi al bancomat e chi ha dovuto sperimentare “l’imbarazzo di un assegno non pagato”. E sul web esplode la protesta dei correntisti di Banca Network Investimenti, dopo che l’istituto, in amministrazione straordinaria dal 28 novembre 2011, ha comunicato la sospensione per un mese, a partire dal 31 maggio, del “pagamento delle passività di qualsiasi genere, con il parere favorevole del comitato di sorveglianza e previa autorizzazione della Banca d’Italia”.

    Significa conti correnti chiusi, carte bloccate e la rabbia dei clienti che monta. Molti temono per i loro risparmi, per le rate dei mutui e per il rimborso dei titoli in portafoglio, che rischiano di andare perduti”