Viva il gioco d’azzardo

A Las Vegas, nelle fogne vivono oltre 30.000 persone. Ex manager, operai licenziati, persone rovinate dal gioco.
Oggi Renzi promuove 22.000 nuove licenze per le sale scommesse.
Potrò apparire gretto e cinico ma credo che da quando governa, questa sia l'unica cosa fatta da lui che condivido.
Se il gioco d'azzardo in Italia non fosse gestito in gran parte dalla mafia e i proventi andassero interamente allo Stato, io farei costruire sale da gioco ovunque come funghi.
Il gioco d'azzardo in Italia esiste da sempre in varie forme, se aggiungiamo macchinette nei bar che differenza fa? Il contribuente evade il fisco, non paga il canone TV…quale strada migliore quando versa deliberatamente i suoi soldi?
Come in "matrix" viviamo in una società dove l'individuo è guidato nelle scelte, inconsapevolmente dai media e da tutto ciò che lo circonda.
Ci sono bambine che muoiono di anoressia perchè vogliono essere come le indossatrici delle copertine patinate, donne che soffrono infezioni per silicone e botulino trapiantato, ragazzi che muoiono impasticcati nelle discoteche e gente ammazzata per rubargli l'hiphone.
Dopo tutto siamo un paese libero ce lo ripetono ogni giorno, ognuno li spende dove vuole.
Mettere una monetina in una slot machine è una libera scelta come fumare o bere alcolici, che importanza ha sulla nostra vita o quella di altri?.
E le povere famiglie rovinate dal gioco d'azzardo?
Che si arrangino.

Cosa ci faccio qui al bar con queste monete che mi pesano in tasca? Avrei potuto donarle alla ricerca sul cancro, oppure a medici senza frontiere, avrei potuto comprare una candela per San Gennaro, oppure darle a quel negro che sta fuori dalla coop e che ogni tanto le guardie comunali allontanano perchè dà fastidio…
No, questi soldi me li sono sudati al lavoro e sono solo MIEI.
Posso farci quello che voglio e li butto dove voglio per mio divertimento.

Sono qui al bar ancora una volta perchè stare a casa con mia moglie e i miei figli mi rompo le balle.
Qui come tutte le sere sono circondato da tanta gente come me, che conosco ma di cui non ricordo mai il nome.
Alcuni discutono della Ferrari, altri del derby, altri ancora guardano chi gioca a carte mentre bevono il prosecchino o l'amarino…
Ma a me quelle cose non piacciono, quindi gioco alle slot machine.
So benissimo che non si vince quasi mai e sono soldi buttati, ma il tempo in qualche modo devo pur farlo passare…o no?

E quando sarò vecchio, penserò ai bei tempi passati al bar circondato da amici sconosciuti e bevendo gli amarini, mentre schiaccio quel bottone illuminato guardando quelle rotelle colorate che girano vorticosamente e mi verrà il dubbio:

E se fossi rimasto a casa spingendo il bottone illuminato della lavatrice, quale sarebbe stata la differenza?