Una grande alleanza?

berlusconi-reNon se ne vuole andare.

Come Mubarak e Ben Alì ridotto all’angolo promette riforme e miracoli, ma non se ne va.  E comprandosi i deputati (ultimo Barbareschi) si mantiene in vita. Proprio come i vari dittatori non può andarsene, che per lui sarebbe la fine.

Ed allora ecco il fiorire di mille proposte di coalizioni dei partiti, di CLN e Grandi Alleanze per evitare che culo flaccido si ripresenti alle elezioni e, grazie alla vigente legge porcata,  le vinca.  Devastando definitivamente nel caso la democrazia le Istituzioni ed il Paese.

Sappiamo che i nostri padri lo hanno già fatto nel ’43, il Comitato di Liberazione Nazionale, che comprendeva Monarchici e Repubblicani, Comunisti e Democristiani. Ed hanno poi saputo far nascere la nostra Costituzione, che è una delle più belle ed avanzate.

Credo che a tutti noi treminino i polsi di fronte all’idea di una possibile coalizione da Ferrero a Fini e Buttiglione. E’ dunque un’idea sbagliata da evitare?

Se non si passa di lì non c’è verso di mandare a casa il nano.

E allora perchè esitiamo e proviamo disgusto?

Credo che la risposta stia nel fatto (peraltro ribadito da tempo) che il disgusto ci sia provocato non dall’idea, ma da chi la propone.

L’idea dunque potremmo anche accettarla, se solo ci fosse proposta da persone credibili e pulite, sia di destra che di sinistra. Gente  mai coinvolta in questo regime, personaggi mai berlusconizzati insomma.

Se l’idea fosse proposta e sostenuta da gente come Draghi o Montezemolo, Saviano o Santoro, Travaglio o Scalfari, Ezio Mauro o De Magistris, allora uno si siede e riflette un attimo, li ascolta insomma e perchè no ci fa su un pensiero.

Invece chi è che ci continua a proporre queste grandi alleanze?  Casini e D’Alema, Rutelli e Fini, Letta & Letta e recentemente pure lo stesso vecchio porco.  E’ come se nel ’43 la proposta di costituire il CLN fosse giunta da Pavolini e Farinacci, Graziani e Ciano.

Questi bastardi ci ricattano insomma; o mangiamo stà minestra o ci si cucca il maiale a oltranza.  :mrgreen:

Prime Minister Silvio Berlusconi (European Parliament) humping on police woman (REAL FOOTAGE)

  1. Giusto, a parte una mia personale perplessità. Montezemolo autorevole, non so. Francamente finora non vedo una sua “accountability” politica.

    Per quanto riguarda il passato, mi colpisce il nome di Ciano ( oggetto con altri di un libro che sto scrivendo).
    Credo che occorra “distinguere i piani” – scusate la frasaccia oggi inflazionata.
    Io credo che egli potesse dare vita a un progetto nuovo, come vorrebbe fare oggi Fini, con una dose di coraggio che non ebbe. A prescindere da chi era, la parentela e tutto il resto.

  2. Io credo che egli potesse dare vita a un progetto nuovo, come vorrebbe fare oggi Fini, con una dose di coraggio che non ebbe.

    Mi sembra u’ottima occasione per un approfondimento.  😉

  3. Vorrei aggiungere che al di là dei sondaggi, sicuramente se la sinistra si presentasse raggruppata tanta gente tornerebbe  a votare, invece con la grande ammucchiata, la sfiducia nei partiti aumenterebbe e l’astensione sarebbe pesante.

  4. Sono d’accordo con te, caro Fausto.
    Da tempo mi ostino a dire che dobbiamo ripartire da sinistra e non abbiamo più nulla da spartire con quelli di centro e di destra, la Margherita basta e avanza.
    Purtroppo devo registrare che se Bossi, e solo lui, non stacca la spina dal culino flaccido, nessuno, compreso il capo dello stato, sarà in grado di fermarlo e ce lo terremo fino alla fine della legislatura, sigh.  😈