Ricostruiremo sulle macerie, come dopo la 2° Guerra Mondiale


Vorrei valutare con voi una inquietante intervista de Il Fatto all’autore di “Sostiene Pereira” Antonio Tabucchi, (querelato dal Presidente del Senato Schifani per un articolo non gradito sull’Unità, e chiesto un milione e mezzo di Euro):

“Se le cose stanno così e se i giornalisti non fanno niente, lasciamo andare
l’Italia dove deve andare. Perché l’Italia, se nemmeno c’è più una
stampa a far la guardia al potere, è fritta. Si ricostruirà sulle
macerie, come dopo la Seconda guerra mondiale.”

In effetti si respira ovunque la sensazione che tutto oramai sia perduto ed irrecuperabile, e generalizzata l’idea che “il livello di corruzione sia così alto e diffuso che sarebbe da stupidi non approfittarne“.