Pericoloso per il PD l’uso dei social network

Come evidenziato da Fortunecat, nonostante l’importanza determinante dell’uso della rete nelle campagne elettorali, all’opposizione solo Di Pietro cerca di utilizzare le nuove tecnologie, con risultati altalenanti.
Poi dal PD non potremo mai aspettarci nulla anche perchè l’uso dei social network sarebbe per loro troppo pericoloso: se dai uno spazio alla base per esprimersi poi devi anche ascoltare e recepire le opinioni che emergono.
Siccome poi tutte le opinioni sono contro i vertici del PD, questo si tradurrebbe in un “tutti a casa” e non penso che gli attuali dirigenti vogliano rinunciare alla loro sedia.

In questo caso non credo si tratti di dormire o di non comprendere l’importanza della rete, ma quella di non dare spazio alla base per esprimersi (e quindi di non volerla ascoltare, convinti di poter imporre ad essa i dogmi del vertice) temo sia una scelta netta e chiara, compiuta già dal tempo del PCI e sempre più confermata dai successivi sviluppi.