Per la guerra civile in Italia

Ora ci si chiede da ogni parte come mai all’utilizzatore finale Gheddafi stava meglio prima, come mai tutt’ora il nano cerchi la trattativa e di salvare il Rais.
Ed in tanti ci si chiede come mai pure il popolo italoforzuto sia contrario all’intervento e stia dalla parte del beduino.

silvio-gheddafi-fucile

Credo che la risposta sia in questa immagine e nel seguente commento apparso sul sito del Pdl, di uno dei tanti pidiellini:

gheddafi è brutto,sporco e cattivo, ma ci serviva. e ora? ma che cervello avete,diamo tutto a sarkozy e cameron?siete proprio imbranati, silvio dai retta a bossi.

Degni di nota nel commento l’assenza di maiuscole e spazi dopo la punteggiatura. :mrgreen:

cav-muss Il paragone Mussolini/Berlusconi è loro, l’immagine è apparsa sui siti di destra.

Questo è quanto il popolino di destra vuole; una dittatura sanguinaria, come quella del beduino che per questo non va represso. Un beduino che insegna al nuovo Duce l’uso delle armi e della repressione e che per questo va tenuto caro.

E siccome noi non ci staremo mai, in ultima analisi è per la guerra civile in Italia che questi buontemponi stanno lavorando.

Che tocchi cominciare a prepararsi?

  1. Che tocchi cominciare a prepararsi?

    Io ho già cominciato ad allenarmi al poligono di tiro e se ce ne sarà bisogno, sono pronto!  😈
     
     

  2. Che squallore…non avrei mai pensato di dover pensare a come contrastare coloro che erano così emarginati, da rappresentare soltanto l’eredità ideologica del fascismo mussoliniano.  Hanno cambiato l’applomb, ma l’anima nera è rimasta, altro che destra moderna.
    Io ho un sogno…

  3. La frase è ripresa da un uomo che nella storia ha avuto un ruolo importante, Martin Luther King. Aveva come riferimento il problema del razzismo e auspicava che in futuro i suoi 4 figli sarebbero vissuti in un mondo dove non sarebbero stati giudicati dal colore della pelle. Il problema del razzismo esiste ancora, e in Italia, è più vivo che mai.

    Il mio sogno è addirittura più ambizioso dell’uomo al cui confronto non posso che sentirmi un granello di sabbia, perché oltre a salvaguardare la dignità umana, vuole far accettare al pensiero dominante l’esigenza non solo di assumersi la responsabilità delle diversità e delle minoranze, ma anche di riconsiderare un giusto equilibrio economico dove la ridistribuzione della ricchezza sia un obiettivo da raggiungere, far progredire i paesi poveri senza sfruttarne le risorse, preoccuparsi dell’ambiente, rivitalizzare la scuola, avere eccellenza nella sanità per tutti non per i soliti noti, combattere la prostituzione in tutti i suoi aspetti e debellare il lavoro nero.

    L’unica cosa di cui sono certo, è che con questo governo o governi di tale fatta, il mio sogno per i miei figli e loro successori è destinato a perdersi, a non tradursi in una felice realtà ma a rimanere un sogno.

    ….dai dimmi il tuo!! 😀

  4. Il I have a dream di Martin Luther King è un sogno che vola alto.

    Ho un sogno: che un giorno questa nazione si sollevi e viva pienamente il vero significato del suo credo: “Riteniamo queste verità di per se stesse evidenti: che tutti gli uomini sono stati creati uguali”

    Il mio vola molto più basso, e sarebbe certamente solo il primo passo di un lungo e faticoso cammino:

    :mrgreen:

  5. Ehi, non facciamo aggiottaggio di sogni, qui. Ci siamo anche noi. Ci uniamo a tutti i vostri.

  6. Benvenuti!!!….più siamo a sognare e più facilmente si tramutano in realtà. 😀