Il “Manifesto” del popolo VIOLA dopo la manifestazione del 5 dicembre


I ragazzi del No-B-Day appaiono decisi a non disperdere il grande patrimonio civile che la partecipazione spontanea e fuori dai partiti ha mostrato alla manifestazione del 5 dicembre.

Il “No Berlusconi Day” ora sta realizzando un suo manifesto presentando proposte inedite fondate sulla partecipazione attiva dei cittadini.

L’iniziativa del 5 dicembre, nata spontaneamente dalla rete, ci ha svelato un inestimabile patrimonio politico e civile al quale tocca assolutamente dare concretezza politica e continuità, per tradurre quest’onda spontanea di indignazione, amore per le istituzioni e partecipazione democratica in un concreto contributo al Paese.

Iniziano ad intravedrsi alcune forme organizzative stabili, nella consapevolezza che “la risposta alla domanda sul come continuare è scritta dentro ciascuno di noi e comunque va rintracciata nell’intelligenza collettiva che ha dato vita alla più importante manifestazione degli ultimi decenni e che ha espresso l’aspirazione di vivere in un Paese migliore: uno Stato di diritto ed una società delle libertà e dei diritti, come indica la nostra Costituzione”.

E non mancano le proposte concrete.
Il popolo viola deve far vedere che esiste, ai partiti, ai parlamentari ed al mondo presidiando ad esempio il Parlamento con un migliaio di persone viola per ogni sua riunione annuale (circa 200), per ricordare innanzitutto ai parlamentari l’opinione del popolo viola.
E poi ci sono le proposte di meeting domenicali regionali, con gazebo ed attrezzature video, al fine di informare i cittadini su ciò che gli strumenti “di informazione” non informano, e mostrare quei documenti (video di youtube, sentenze dei tribunali, ecc.) fondamentali per comprendere la reale entità dei fatti ed offrire loro le condizioni di esercitare il diritto di voto con un minimo di informata consapevolezza.
Ci sono poi gli appuntamenti importanti ai quali non mancare, come l’adesione alla manifestazione nazionale contro il Ponte sullo Stretto che si terrà a Villa San Giovanni il 19 dicembre prossimo.

Il popolo viola è in movimento dunque e speriamo che tenga duro!

  1. Il PD da "Il Fatto":"Dobbiamo tenere insieme l'indignazione dei giovani del no B. Day e la rabbia dei lavoratori".
    MA VA LAA'
    Ce ne siamo accorti?
    Cosa aspettiamo a supportarli questi giovani invece di lasciarli soli alle manifestazioni?
    ITALIANI DI DESTRA E DI SINISTRA, SVEGLIATEVIIII!!!!