I partiti alla liquefazione

Viste certe analogie con la nostra Amministrazione persicetana, andiamo a Comacchio cari amici, solo per un momento, per valutare assieme cosa sono riusciti a combinare quelli del Pd.

Seguendo le ferme e certamente vincenti indicazioni di D’alema e dei leader maximi del partito, nonostante da più parti sconsigliassero l’ardito azzardo,  senza ascoltare le preoccupate invocazioni dei cittadini del Pd, i dirigenti locali hanno pensato bene di andare alle Elezioni Comunali assieme a Casini.

Il primo risultato l’hanno avuto producendo una profonda lacerazione interna e poi compattando immediatamente il fronte Idv-Sel-Rifondazione-Comunisti italiani, e già qui è tutto un dire.

Ma ecco che a pochi giorni dalle elezioni, si scopre che c’era pure il trucco; la lista di Casini si portava dietro alcuni ben noti ex fascisti locali, che gli elettori  buontemponi del Pd avrebbero dovuto votare per disciplina di partito.

Sintesi, i militanti strappano le tessere ma i dirigenti del partitone fingono nonchalance, e com’è così di moda … negano l’evidenza.

Risultato:

Lista ibrida PD-centro destra;  36,48%   [ Pd;   15,3 – 1.489 voti  ( era al 16,4% nel 2010, 1.965 voti) ]

(… cioè questi han perso oltre 500 voti, [oltre un quarto di elettorato!!]  ma in percentuale han ridotto all’1% la perdita grazie al massiccio astensionismo degli elettori PDL-Lega)

Movimento 5 Stelle;  20,41  (primo partito !)

Lista di Sinistra;  11,25%

PDL+Civica;   14,5   (era il 27,38 )

Lega; 5,37   (era il 9,47)

 

Alle precedenti consultazioni, il Pd con gli altri partiti della sinistra ha ottenuto il 35,69%.

E quindi ora al ballottagio la lista Pd-Centrodestra dovrà vedersela con i grillini.

 

Voi cari amici, … dovendo scegliere al ballottaggio tra il M5S ed una lista PD con noti ex fascisti, chi scegliereste?  :mrgreen:

 

  1. ma a occhi chiusi il M5S anche senza alleanze!

    Aria pulita,inesperta, ma pulita! è il momento di fare opposizione sul serio 😈

  2. E’ la solita storia, i “compagni” obbediscono tappandosi il naso e con la nausea.
    Certo che se imparassero la lezione, la prossima volta non dico che debbano votare Grillo, ma almeno appena arriva D’alema, lo mettessero subito a bagno a raccogliere le anguille…finalmente farebbe qualcosa di utile 

  3. Porca trota, ma quanto tempo abbiamo perso a continuare a votare sta sinistra becera e ingannevole e l’abbiamo votata fino alle ultime elezioni pensando che fossero “Il meno peggio”.

    Avevano ragione loro, mio figlio e mia figlia che mi hanno seguito nell’orientamento “Compagnesco” fino a qualche elezione fa poi mi hanno cominciato a dire:”Ma papà, noi questi qui non li votiamo più, capiamo che per te sia difficile staccarti e votare diversamente, per la tua storia, la tua militanza e il tuo impegno dal PC fino al PD, ma oggi noi non crediamo più che questa sinistra sia in grado di fare qualcosa veramente di sinistra, con questo PD, la sinistra non c’è più”.

    Ci ho messo un po molto a convincermi che loro hanno ragione e quando si parla di politica o di elezioni, capisco che la loro impazienza li porta a votare M5S per protestare contro la vera “Anti politica” dei partiti che sono in parlamento che stanno rovinando il loro futuro.

    Dopo aver visto gli esiti di queste elezioni mi è scappato anche detto che sarei propenso anche a votare M5S, se non altro perchè in fondo dà la possibilità a tanti giovani di spendersi e di metterci la faccia per la causa in cui credono. (Il PC negli anni 80 a me la diede quella possibilità, non sapevo molto di macchina comunale, ma imparai presto e ebbi la possibilità di realizzare i miei progetti per poi tornare al mio lavoro)

    Sono molto indeciso e penso che oggi se dovessi andare a votare, penderei per Vendola? 5 Stelle? Vendola? 5 Stelle? Vendola? Localmente anche per una Lista Civica… e qui riconquisterei anche i miei figli 😈

    Che son sempre belle coseee!!! :mrgreen:  

  4. Beh dai Lauro si comincia con un cartello poi chissà magari si arriva anche a respirarla davvero quest’aria di cambiamento! :roll:

  5. Gabriele i tuoi figli fanno bene a tirarti un po’ le orecchie ogni tanto..come un amico stamattina mi ha spiegato bene i vecchi per l’esperienza i giovani per lo sguardo al futuro! 😉

  6. Giusto, nell’ordine: Ale, Fausto, Lauro e Andrea.

    Ma cari Ale e Lauro, non fate tanto gli sgaligini, vi salvate, per ora, solo perchè avete ancora dei figli piccoli, voglio vedere poi le vostre orecchie quando saranno in età elettiva… :roll:

    Andrea e Fausto, non so se i vostri figli vi tirano le orecchie, ma mi par di sapere che avete votato, come me, fino alle ultime elezioni, per il PD.  😯

    Quindi, le orecchine, ve le tiro io, e siete, insieme a me, dei bei ORECCHIONI… :mrgreen:  
     

  7. A bè alloraa, anche io ho votato Di Pietro alle ultime europee. 

    Diaciamo che siamo proprio dei bei “Orecchini”… 😯

    Ma non è che “Orecchione” è rimasto solo Andrea?  😈

  8. Ma quante confessioni politiche. Ok confessio io alle comunali ho votato il partito dei consumatori uauauauauauaau… dai risultati ad occhio e croce l’avevo votato solo io!!!! :mrgreen:

  9. Confessioni politiche o no, il punto è che il Grillo rimane un grande attore teatrale che cavalca e lo ha sempre fatto, la critica allo strapotere autoreferenziale dei partiti tradizionali esistenti, quegli stessi partiti che non hanno mai voluto affrontare un serio rinnovamento, quel semplice rinnovamento che la gente da anni chiedeva, ma che adesso ormai è diventato un frastuono.
    Confessioni politiche a parte, leggevo in un libro molto ma molto datato, queste frasi:” quando i movimenti proliferano, vuol dire che si è creata incertezza sui luoghi del potere o, addirittura sulla loro legittimazione.”
    E ancora “Quanto più i movimenti sono affini, tanto più tendono a polemizzare tra loro”, (idv, sel,pd)

    In soldoni, il ribellismo, ieri, come oggi si diffonde con maggior facilità e costanza, in chi conosce poco la portata reale delle questioni in gioco, a mio avviso Grillo e molti dei suoi, fanno finta di non conoscerla, detto questo non ho assolutamente niente contro il movimento a 5 stelle, anche perche potrebbe seriamente diventare il mio. 
     

  10. Credo che se non fosse nato il M5S, che combatte la casta, probabilmente sarebbe saltato fuori qualcosa di simile. Questa classe politica (tutta) continua a fare orecchie da mercante. Anche senza considerare gli sprechi fatti e le ruberie, basta paragonare quanti soldi prendono, a quelli che prendono gli altri politici in tutto il mondo.
    Quelli francesi sono fra i meno pagati in Europa e Holland si è appena calato lo stipendio del 30%.
    In Italia lo ha fatto solo Zedda. 

  11. Ho letto questo articolo stamattina e davvero sono stati i miei pensieri durante tutta questa settimana e voi che ne pensate?

    ” di Debora Billi
    Carini, eh? Questi signori sono i rappresentanti di “Golden Dawn“, il partito neonazi che ha preso un bell’8 per cento in Grecia. Neonazi. In Grecia. Teste rasate, facce incazzate e torve, muscoli in evidenza, e fregi che ricordano svastiche.
    Succede. Succede, quando
    un Paese è sull’orlo del baratro e non sa a che santo votarsi. Ed è l’opzione soft, perché quella hard è un casino di piazza senza capo né coda che conduce dritto al golpe militare.
    Ai greci è toccato già il golpe finanziario e i cittadini non ce la fanno più. Nella loro scheda elettorale, le solite facce prone ai diktat neoliberisti globali oppure i neonazi che vaneggiano di Patria, Onore, e morte ai banchieri. Si finisce allora col votarli, tanto peggio tanto meglio.
    A noi invece è andata di lusso, almeno per queste amministrative. E’ sbucata una valvola di sfogo che ha preso il posto che sarebbe stato inevitabilmente occupato da nazisti e pazzoidi assortiti: il Movimento 5 Stelle. Un miracolo italiano. Invece delle teste rasate tatuate, ingegneri e volontari delle ONG. Invece dei razzisti sciovinisti francesi, geologi e insegnanti. Invece dei picchiatori, laureati secchioni che sciorinano dati e cifre. Invece del morte allo zingaro e dalli al cinese, piste ciclabili e orti urbani.
    Abbiamo parlato male degli italiani per 15 anni, e poi guarda che ti combinano: unici in Europa a non farsi incantare dalle sirene dell’estremismo nero, si rimboccano le maniche tra cittadini e provano a fare qualcosa che abbia un futuro. Un esempio per tutta l’Unione.”

    E se ancora ci vedete demagogia, populismo e antipolitica, fate uno sforzo di immaginazione: potevamo a quest’ora stare commentando Forza Nuova all’8%. Come ci saremmo sentiti, allora?
     

  12. POVERA ITAGLIA, MA DOVE SIAMO ARRIVATI ORMAI? A GRIDARE:”MEGLIO ESSERE GOVERNATI DA COMICI SERI CHE DA LADRI, MAFIOSI, PUTTANIERI, FALLITI, CASTE, P2 P3 P4 P5 ecc. FINO A P38 e qui mi fermo perchè P38 è il calibro della pistola che userei contro di loro”!  😈

    Ma no si fa, non si può dire, non si può alimentare l’odio e la rivoluzione armata, è cosa d’altri tempi, bisogna essere sobri anche a fare la rivoluzione, oggi.

    Ma che sobri e sobri, questi inc….o i soliti noti salvando il proprio e devi anche stare sobrio, pacato e lesso, ma dove siamo finiti ormai? Cosa siamo ormai?  :roll:

    SOLO DELLE OCHE MORTEEEE!!!! 😈  

  13. Ed ecco che, come ognuno di noi aveva immaginato, i cittadini di Comacchio si sono rifiutati di votare la lista Pd-Udc-Fli infarciata di noti ex fascisti locali. 

    Con una maggioranza bulgara del 69 % dei consensi il Movimento 5 Stelle del candidato Marco Fabbri espugna la roccaforte Comacchio ai partiti che appoggiavano Alessandro Pierotti del Pd. Per l’accoppiata Partito democratico-Terzo polo è stata una batosta annunciata, anche se non fino a queste proporzioni. Una sconfitta amara anche per l’ex sindaco Pierotti. Per i giovani del movimento di Beppe Grillo è l’occasione per mettere alla prova i giovani a 5 stelle in un comune, Comacchio, di 23 mila abitanti molto importante dal punto di vista turistico.