Evitiamo i copia-incolla

Sappiamo da tempo che i motori di ricerca come Google penalizzano i siti che presentano testi copiati.

Ora sembra che Google renda questa situazione ancora più incisiva, convinto di voler premiare i siti (come il nostro :mrgreen: ) che presentano informazioni originali ed inedite, e penalizzando i siti che raccolgono info pubblicati da altri ed i siti ‘copioni’.

Un nuovo algoritmo difatti filtrerà in modo più severo il web, premiando i siti che pubblicano informazioni originali e di qualità e punendo quelli che riempiono il web di contenuti superficiali, inutili o copiati solo per scalare le posizioni di ricerca.  Il suo obiettivo è di annientare le cosiddette “fabbriche di contenuti” (content farm), i siti che riempiono il web con centinaia di pagine al giorno, progettate con ottimizzazioni tali da arrivare nelle prime posizioni delle ricerche, ma offrendo poi informazioni  brevi e di scarso utilizzo, spesso contenuti copiati da altri siti, a mano (copiaincolla) o con procedure automatiche.

Vi prego quindi di prestare particolare attenzione pubblicando i vostri prossimi Articoli:

* Scriveteli di vostro pugno, prestando particolare attenzione a punteggiature e grammatica. (gli  Spyderbot sono sensibili anche a questo!)

* Evitate il copia-incolla; nel caso inseritelo nel [Citazione] (il pulsante con le virgolette) e comunque che la parte copia-incollata sia sempre minore del testo creato.

* Se volete aprire discussioni su articoli specifici letti altrove, potete sempre lincare quei contenuti, oppure riportare il testo ma modificarlo, rendendolo originale per i bot.

* Evitate anche di riportare qui vostri articoli già pubblicati altrove, o di ripubblicare altrove vostri articoli già pubblicati qui.

Vi ringrazio per la collaborazione.
Un caro abbraccio
Andrea.

  1. Grazie per le informazioni, caro Andrez, vedremo cosa potremo fare.
    Ma non mi è chiaro, al punto terzo, quanto renderanno in bot originali………………  :mrgreen:

  2. Notavo che il nuovo font adottato non rende più visibile il grassetto (browser Firefox aggiornato). Se non è un problema solo mio, credo bisognerebbe pensare ad un modo per ovviare il problema. Vedere il testo tutto uguale, senza la possibilità di evidenziare (grassetto) qualche parola qua e là per attirare l’attenzione, credo non invogli i lettori sui testi più lunghi.

  3. Strano problema Bruno (grazie per la segnalazione).

    Io vedo regolarmente il grassetto, sia con diversi browser che con diversi computer.

    Tentiamo un test: chi vede  > questo grassetto? <

    Oppure, vedete in grassetto le parole del post sopra di Zeitgeist: “bot originali………………?

    Mi inserisci anche tu Bruno un post con un grassetto?

     

  4. Ciao Andrea, anche io qui vedo il grassetto e riesco a metterlo, mentre negli articoli non si vede se lo metti.  :roll:

  5. Anzi no, mi correggo, nei miei articoli si vede ma non uso Firefox, può essere per questo?  😛

  6. Non capisco una cippa, ma anche io non vedo il grassetto. Ma non si può scrivere e basta? perché tutti questi problemi? (peraltro la raccomandazione è da me già rispettata, non copio e incollo e scrivo solo balordaggini tutte mie  :-)))))))))))))))))

  7. Eh si, vedi tutto grassetto.

    Una osservazione ed un sospetto:

    –  WordPress lavora regolando layout e alcuni CSS con link a propri schemi; sono quindi tutti nelle loro mani e periodicamente vedo cambiare  font – bold ed altro senza che io abbia mosso nulla.

    – … hai qualche spunta da qualche parte nella regolazione/personalizzazione del tuo computer? Prova un controllo con un altro PC.  😉

  8. In effetti ho notato che da qualche giorno anche i menu del mio sito sono cambiati (adesso sono in corsivo) senza che io modificassi il sito. Chissà se c’entra!
    Verifico le impostazioni del computer.

  9. Penso proprio che non ci sia nessun problema per il posizionamento, e che un abstract che linca l’articolo sia anzi apprezzato dai motori.

    Dovrebbe esistere anche uno script che usa le Api e che consente di aggiornare detti abstract con la tecnica della condivisione dei bookmarks; dall’articolo con un clik condividi nella tua pagina. Domani sento anche da Giorgio.  😉

  10. Ah bene. Mi interessa soprattutto non danneggiare questo sito, il mio vecchio ormai sta lì come un quadro su una parete, non è che mi importi più di tanto. Però, ha ancora un po’ di visite (pare di più da quando ho smesso di scriverci 😆 ), almeno le sfrutto.
    Ah, anche con lo stesso titolo vale il medesimo discorso?

  11. No, mi spiace ma non credo di farcela. Purtroppo ho mia madre che non sta bene e sono l’unico che può starle vicino.