Berlusconi: Suburra di Stato

In effetti se veramente il Presidente del consiglio fosse stato anche solo l’utilizzatore finale, come definito dal suo legale e parlamentare Ghedini, la cosa striderebbe non poco su quanto da lui stesso recentemente sostenuto e varato dal suo Governo:

Berlusconi: “Mi occuperò io di lotta alla prostituzione”

ROMA – Un impegno personale e un regalo in denaro alle due giovani ex schiave del sesso cha raccontavano le loro tragiche vicende. Si è concluso così, stamattina, l’incontro privato tra Silvio Berlusconi e don Oreste Benzi, nella residenza del premier a Palazzo Grazioli.

“Ora me ne occuperò io” – ha detto Berlusconi – “Lo Stato non può essere connivente con la prostituzione, non può mantenere l’appetito sessuale di dieci milioni di clienti”. –

Dopo i 100 provvedimenti di questi primi mesi di governo, comincerà con la prostituzione.
E del resto, pochi giorni fa, proprio il capo del governo aveva riaperto il dibattito sulla prostituzione. Intervistato da un quotidiano, si era detto indignato per la presenza di donne poco vestite sulle strade, e aveva anche ipotizzato un’eventuale riapertura delle case chiuse.

________________

”E’ giusto punire i clienti delle prostitute, soprattutto quando sono minorenni”. Lo afferma Silvio Berlusconi, che torna in sala stampa a palazzo Chigi dopo il Consiglio dei ministri per illustrare il ddl approvato dal governo con nuove norme per la protezione dei minori dallo sfruttamento e l’abuso sessuale. Al suo fianco c’e’ il ministro per le Pari opportunita’, Mara Carfagna, che esprime soddisfazione per il provvedimento appena varato. Il premier ricorda che l’esecutivo ha gia’ varato un ddl sulla prostituzione.

In ogni caso, un Presidente del Consiglio utilizzatore finale di servizi da meretricio sia pur da altri pagati … in cambio di cosa?

Perchè cioè Giampaolo Tarantini, titolare di Tecnohospital fornitura di tecnologie ospedaliere, indagato (ed intercettato) per corruzione (appalti e mazzette) avrebbe pagato più volte detti servizi al Presidente del Consiglio organizzando pure i viaggi e gli incontri?