Auto blu triplicate in 2 anni

auto_bluStiamo vivendo un periodo durissimo, centinaia di migliaia di cittadini hanno perso il lavoro e vivono situazioni drammatiche.
La situazione economica italiana sta lanciando sinistri segnali, dopo la denuncia del NewYork Time che i nostri bilanci sono intossicati da un numero imprecisato (tenuto segreto da Tremonti) di derivati inesegibili.
Il nostro debito pubblico, già tra i più alti e preoccupanti del mondo, nel 2009 è stato fatto crescere dal governo Berlusconi di quasi mezzo miliardo al giorno. Tra aerei di stato per escort ed Apicella, Province in aumento, spese pazze da “emergenze” per la banda bassotti della protezione civile e … auto blu.

Notavamo la settimana scorsa che le spese per l’alta velocità variano di poco tra Giappone e Spagna, Francia e Germania, assestandosi tra i 9 e i 10 milioni di €. al km.   In Italia la TAV è costata 65 milioni di €. al km.

Abbiamo poi riscontrato un vertiginoso aumento della voce «noleggio di automezzi» da 28 a 140 milioni di euro. Pari a un aumento reale del 357%. … I parlamentari hanno dunque rinunciato alle auto blu?

Tutt’altro.
Le auto blu sono triplicate in questi ultimi 2 anni.

Un’auto blu (con autista, benzina, ricambi, ammortamento ecc.) costa circa 100mila €./anno.
Al momento sono 625.000 le auto blu; significa una spesa di 62,5 miliardi di €./anno

Mentre il governo Berlusconi le ha triplicate, gli altri Paesi hanno provveduto a tagliare le auto blu:

  1. USA   72.000.
  2. Francia  63.000.
  3. Regno Unito con 56.000
  4. Germania con 55.000
  5. Turchia con 51.000
  6. Spagna con 42.000
  7. Giappone, con 30.000
  8. Grecia con 30.000
  9. Portogallo, con 22.000
  10. Italia   625.000.

Qualcosa non va.