Antigua

Quando i partigiani scesero dalle montagne liberando le città e i paesi prima ancora dell’arrivo degli alleati, i fascisti si erano già disfatti delle loro camice nere ( il federale con Ugo Tognazzi) in pochi giorni tutti erano diventati antifascisti come per miracolo.
Questa volta mi sa che ci siamo.
Napolitano dà l’ultimatum minacciando lo scioglimento delle camere. Maroni dice che “prenderà atto delle decisioni del capo dello stato”, ribadisce la volontà di andare a votare nel caso non passi la legge sul federalismo e ipotizza una futura coalizione di destra che vada oltre Berlusconi “nel caso lui non si ricandidasse…?” D’alema ripropone per l’ennesima volta la fase costituente che stavolta però viene valutata dal terzo polo come una possibilità “se si presentassero certe condizioni” (Cosa deve fare Berlusconi, bruciare Roma come Nerone??)
Ma lui cosa fa?
Dopo aver sparato addosso a tutto e a tutti si trova a non potersi fidare nemmeno più della lega e allora?
Propone a Bersani di aiutare l’italia.
Che significa: Voi del PD, che vi ho sempre pisciato addosso, che (come diceva Guzzanti-Rutelli) mi avete sempre portato l’acqua con le “recchie”, Che mi avete per anni maldestramente scimmiottato, che vi ho tenuto sempre in un angolo trattandovi come delle cacche, Venite! facciamo insieme il futuro dell’Italia!..Del resto ci siete già caduti in passato, fate come il compagno Renzi, venite ad Arcore ..ritenta sarai più fortunato, vi do un’altra occasione!!
Questo è il segno più grande che berlu è alla frutta.
I suoi galoppini, i vari Gasparri & co, Continuano a ripetere che tutto va bene, ma non ci credono più neanche loro.
Forse mi sbaglio, ma per la prima volta credo che si veda la fine del tunnel.
Probabilmente sta già traslocando armi, bagagli, leccaculi, puttane e Apicella alle sue belle isole di Antigua.
Cosa faranno dopo i vari politici? Che sia la grande ammucchiata, il cambiamento della legge elettorale, le varie coalizioni con relativo sforzo per tenere stretta la poltrona non importa..Tutto va bene purchè “chiappe flaccide” se ne vada.
E Masi? Già adesso passa il suo tempo nel cortile della RAI a parlare col cavallo…Qualcuno si accorgerà di lui?
E Ferrara? Feltri? riusciranno a superare le 200 copie vendute?.. (anche rivedere la legge sul finanziamento ai quotidiani non sarebbe male).
Gli altri ruffianetti faranno finta di niente defilandosi, oppure, quelli con la faccia proprio come il culo si toglieranno la camicia come i loro predecessori e come fece Intini a suo tempo, diventando tutti comunisti.
Non prendetemi per sognatore, sulla caduta del caimano sono sempre stato pessimista. Che sia la volta buona?

  1. Commenti:

    carmen armaroli – 31 gennaio 2011
    Non correre troppo, Fausto, che poi ci rimani male!
    Intanto, è importante che si cominci a parlare di azioni concrete. Vigiliamo …

    Zeitgeist – 31 gennaio 2011
    “Non dire mai gatto finchè non è nel sacco”!
    Culo flaccido ha mille risorse e la più importante sono i tanti soldi che elargisce a destra e a manca.
    Credo anche io che l’apertura spudorata a Bersani sia una mossa all’estremo, ma con il PD che ci ritroviamo tremo finchè Culetto parlante non viene messo a tacere definitivamente. 😈


    Cotti Fausto – 31 gennaio 2011
    LUI non si fa mettere a tacere, piuttosto fa come il suo amico Bettino.


    Andrez – 31 gennaio 2011
    Fausto:
    “Forse mi sbaglio, ma per la prima volta credo che si veda la fine del tunnel.”
    E’ una sensazione che, dopo aver sentito Maroni, provo anch’io Fausto. 😉

     

    carmengueye – 31 gennaio 2011
    Da qualche tempo noto diversi atteggiamenti in tanti peones. Gasparri interviene fiacco e legge giornale durante i dibattiti politici; Larussa è in palese imbarazzo; la Mussolini pare morta, nessuno l’ha più vista; la Craxi discetta dei massimi sistemi.
    Sì, domani diranno, come Fabrizi davantia Totò che l’aveva smascherato: come si permette, io sono sempre stato ANTI, capito, ANTI!!! 👿

     

    Tiziana Bisogno – 31 gennaio 2011
    Carmen, la Mussolini era ieri sera su La7, più combattiva che mai, supportata da Sallusti e davano addosso all’unica pidiellina che ha osato alzare la voce contro la Minetti, ma non contro il cavalierie però.
    Stasera Cicchitto aveva la giugulare che gli stava scoppiando tanto era incavolato e continuava a sbraitare contro Letta, il nipote dello zio (questo sì vero).
    No, io ho paura, invece, che dovremo attendere ancora un po’ per giungere poi a un governo pd-lega-e qualche altro fatto per completare il federalismo e fare ‘ste maledette riforme che tutto saranno ma non certo si potranno chiamare riforme.

     

    carmengueye – 1 febbraio 2011
    La Mussolini, l’ho vista anche a In Onda:patetica, non certo vincente. Orribile, volgare come l’ultima battona del molo (Romania docet), inconcludente. Da manco risponderle. Essere aggressivi non significa nulla. Di certo non è quella che si espone di più. E’ una quarta fila, le prime si sono già bruciate.

     

    carmengueye – 1 febbraio 2011
    Tra l’altro, riguardo a quella diceria su lei e Roberto Fiore. Lei negherà pure, ma anni fa si spinse fino a Genova per inaugurare insieme a lui la sede di Forza Nuova.
    Da lì dovettero andarsene a furor di popolo, erano in affitto. E adesso, non so se l’ho mai detto, sono sul mio pianerottolo. Ho già chiamato la polizia una volta per il chiasso che facevano, questi “veri italiani” che fanno venire la voglia di chiedere la cittadinanza di Pit Caern. E che gente bazzichi, ve lo risparmio.

     

    carmen armaroli – 1 febbraio 2011
    Davvero sei vicina di Forza Nuova, Carmen? Praticamente sei candidata al paradiso con accesso preferenziale. Stai già scontando in vita anche i peccati che non hai mai commesso. Ti consiglio di recuperare. Ad esempio, smontando loro il campanello della porta, bloccandogli la buchetta della posta con pomodori e uova marce o con gli avanzi del pesce e dei molluschi di tre giorni prima, staccandogli la corrente ogni volta che esci di casa e, se hai un cane, invitandolo a fare i bisognini sul loro tappetino o contro la porta, va benissimo anche la marcatura del micio.

     

    carmengueye – 1 febbraio 2011
    Eh cara Carmen, sapessi. I veri danneggiati siamo noi coinquilini. I centri sociali più volte hanno commesso atti di vandalismo nel portone. Finora il padrone di casa ( e loro segretario) ha ripristinato a sue spese, ma l’ultima volta ha fatto capire che è stufo, che in fondo i colpevoli sono altri…
    D’inverno si vedono poco, la casa è fredda e il mister non spende per riscaldare i loro culetti santi; ma quando ci sono, mettono su a stecca quelle loro robe metal tipo Marcello de Angelis, aprono le finestre e strafottono il prossimo. Io stavo con l’orologio sott’occhio. La prima volta che hanno superato le 23, ho chiamato il 113 e hanno smesso. Per ora.
    Acchiappano molti frustrati della società, gente che si ritiene vittima di ingiustizie che non si vede come FN possa risolvere. Esaltati. E soprattutto maleducati. Della serie: siete voi gli italiani? E allora ben vemgano gli stranieri. Anche perché, quando mettono i manifesti con ” il lavoro agli italiani!, tu li guardi e ti sembra personificato il detto “voglia di lavorare saltami addosso!”