Municipalizzate: Idropolis Srl.

Idropolis Srl è una Municipalizzata nata recentemente dal vecchio Consorzio tra i quattro Comuni di Persiceto, Crevalcore, Sala e Sant’Agata, e poi  Ravarino e Anzola, finalizzato alla gestione delle piscine persicetane.

Idropolis Srl è controllata dal Comune di Persiceto al 48,6%.

Secondo i dati del Comune, IDROPOLIS PISCINE S.R.L. presenta un Presidente e due Consiglieri regolarmente stipendiati,  a cui vanno aggiunti  una impiegata ad “alto livello retributivo” ed un Assistente,  poi l’ex Direttore del Consorzio, oggi in pensione ma riassunto da Idropolis. Naturalmente pagato profumatamente, con i soldi dei contribuenti.

I quattro Comuni Consorziati, alla fine del 2010 erano costretti, per legge,  a sciogliere il Consorzio in essere e potevano fare tre scelte:

 La prima: gestire direttamente gli impianti con dipendenti comunali, per motivi organizzativi ed economici pressochè impraticabile, per il fatto che tutti i Comuni, come anche Bologna, si sono tolti dalle gestioni dirette (e fallimentari) per dare in appalto la gestione tramite convenzione a Società Sportive o a Cooperative come la SO.GE.SE.
La seconda: inventarsi una Municipalizzata (con un costo aggiuntivo di oltre 100.000 €. all’anno), ed affidare ad essa la gestione, (scelta poi non condivisa dal Comune di Calderara).
La terza:  quella che si auspicava e sarebbe stata la più efficiente e la meno costosa per tutti; nominare una Commissione di Controllo composta dagli Assessori allo Sport, incaricare l’Ufficio tecnico del Comune di Persiceto di intervenire per le sole manutenzioni straordinarie all’immobile, dividendo poi le spese per le proprietà, e mantenere la gestione affidata in convenzione ad una Società o Cooperativa appaltante, come avvenuto con successo dal 1975 con Sogese a cui è stata da sempre affidata in appalto la gestione sportiva e delle attività scolastiche e di pubblico pagante, con annesse manutenzioni ordinarie e consumi di gas, luce e acqua;  in pratica il modello delle convenzioni di tutte le gestioni di piscine di SO.GE.SE. contratte da 15 comuni della Provincia di Bologna, Bologna compresa.
Secondo voi quale hanno scelto?  :mrgreen:
Ebbene si, hanno creato un’altra bella Municipalizzata, Idropolis Srl, con Presidenti e Consiglieri, Assistenti e Consulenti, Direttori e Funzionari, tutti lautamente pagati dal contribuente, e che naturalmente … non serve a nulla.
Hanno dunque mantenuto in essere ed anzi gonfiato un apparato burocratico costoso quanto inutile, (oltre 150.000 €./anno) più tutte le spese per le consulenze e le buste paga, la logistica ecc..  uno spreco economico davvero ingiustificabile di fronte ai cittadini.
Ora alcune domande a noi cittadini che dobbiamo pagare sorgono spontenee:
– Perchè creare una Municipalizzata per far funzionare una cosa così piccola, ben gestita da 40 anni e ben gestibile in modi molto più semplici ed economicamente meno costosi?
– Perchè Idropolis Srl si è tenuta la manutenzione del verde mentre tutte le altre manutenzioni ordinarie sono incluse nella convenzione con l’appaltante SO.GE.SE.?
– Perchè il Comune di Calderara non è entrato in Idropolis Srl ? (E’ successo pure per i Cimiteri; Crevalcore e Sala non hanno aderito ai relativi progetti).
Domande che porteremo al nostro Sindaco, anche se, come avviene da sempre,  dubitiamo di avere risposte.  :mrgreen:

Commenti
Sono stati scritti 2 commenti sin'ora »
  1. avatarPaolo Grandi - 5 dicembre 2012

    Si chiama  spending review !
    Io non  conosco il settore  e quindi non voglio entrare  nel merito ,ma questa gente prima di  rispodere ai cittadini che chiedono spiegazioni a scelte come questa  con frasi come  : fidatevi  di noi  o solita  demagogia,dovrebbero pensare che LA GENTE  NON SI FIDA PIU’ ED E’ STUFA DI PAGARE A  PIE’ DI LISTA  .TIPO VIRGILIO
    ma intanto non rispondono  o se  rispondono come hanno fatto per VIRGILO  auguri …………….

    Lascia un Commento
  2. avatarGabriele Tesini - 6 dicembre 2012

    Certo, cari, anche stavolta, con Idropolis, i nostri Amministratori, hanno partorito un topolino.

    Avrebbero avuto l’opportunità, dopo incessanti pressioni del mondo sportivo e dei cittadini, di cambiare veramente e radicalmente le cose in quel contesto, e invece, eccoci qui a spendere ancora soldi per apparati burocratici inutili e costosi.

    L’invasione di queste Municipalizzate, a mio avviso, non risponde al desiderio dei cittadini di avere gestioni della cosa pubblica, meno costose e più efficienti, vedi anche l’esempio della Municipalizzata Virgilio s.r.l. per i Cimiteri che sta facendo arrabbiare tutti i cittadini che hanno i propri cari nei Cimiteri di quattro Comuni su sei.

    Quindi altra domanda sorge spontanea; ma perchè ci siamo Uniti nei Comuni di Terred’acqua e per alcune Municipalizzate certi Comuni non partecipano? Che motivazioni hanno dato per la loro astensione?

    Comunque, ancora una volta un velo pietoso dobbiamo stenderlo sul capitolo, Piscine e Idropolis, e se un giorno qualcuno, magari anche un Assessore allo Sport, visto che si parla di splendidi Impianti Sportivi, perchè lo sai caro Sig. Sergio Vanelli che una Piscina è un impianto sportivo dove normalmente si nuota a stile libero, si fanno corsi di nuoto per imparare a nuotare, si va in bicicletta pedalando nell’acqua… e non dirmi che non sai che c’è anche l’attività di Hidrobyke, ma cosa sai dello Sport Persicetano?

    Ma cosa ci stanno a fare gli Assessori dei Comuni di Terred’acqua se non sanno nulla di ciò che li circonda?  

    Lascia un Commento

Devi essere Registrato per poter laciare un commento!.