Berlusconi e il DDL contro la prostituzione

berlusconi's_haremCome certo ricorderete, un paio d’anni fa era partita la forte iniziativa moralizzatrice del nostro Utilizzatore Finale contro la prostituzione.

La prostituzione era senz’altro un grosso problema, per lui, per il Paese e senza dubbio per la Ministra Carfagna. (Si, proprio lei, quella di puttanopoli.  😐 )

E allora ecco esprimere la massima severità per i puttanieri, con foto delle targhe trasgressive inviate alle mogli assieme a multe salatissime, e poi meretrici arrestate e punite e via così di caccia alle streghe, in stile Torquemada.

Con quella proposta di legge l’utilizzatore finale si aggraziò la Chiesa ed i bigotti benpensanti-votanti, alzando di parecchi punti il suo già ampio consenso.

Poi si sa, fatta la legge fatto l’inganno.

Anzi, nemmeno ‘fatta la legge’ che visti i successivi avvenimenti evidentemente si è pensato di stendere un pietoso velo sul tutto.

“Silvio mi diede 10 mila euro e trovavamo pure la marjuana”

I verbali dei racconti di Nadia Macrì ai magistrati di Palermo. Gli incontri ad Arcore e a Villa Certosa. “L’erba da fumare in Sardegna veniva trasportata con il jet privato del presidente”. Tirato in ballo anche il sindaco di Parma. Perla Genovesi mi presentò a Brunetta

“Ad Arcore c’erano ragazze piccole e Fede faceva le selezione, decideva lui”

L’interrogatorio di Nadia: “Silvio diceva ‘avanti un’altra‘”. E il Cavaliere parlò con la mamma della escort: “Signora cosa posso fare per lei?”

Di questi giorni invece un balzo. Un vero guizzo. E tutti gli uomini del Presidente, benpensanti sino a ieri, a dire alle TV che si,  in fondo puttaniere è bello. Puttaniere è senz’altro meglio che gay.

I bigotti benpensanti votanti, nel loro stato di lobotomizzati da tubo catodico,  temprati dalla campagna pedofila ed avvezzi oramai al perdono (consenziente) per ogni forma di abuso su minori, appaiono ancora garantire il consenso all’utilizzatore finale.

Ma alcune preoccupanti crepe iniziano ad apparire anche su quel granitico ed apatico fronte.

Godiamoci i vecchi tempi andati su.


Commenti
Sono stati scritti 3 commenti sin'ora »
  1. avatarZeitgeist - 4 novembre 2010

    IL MONDO CI RIDE DIETRO, CHE SCHIFOOOOOOO!!!!! 😯

    Lascia un Commento
  2. avatarAndrez - 5 novembre 2010

    Non ho parole.  😯

    … l’ha fatto davvero!

    Governo, doppia moralesu prostituzione ed escortPer strada è reatoIn villa no?
    La doppia morale dell’utilizzatore finale; inserito nel Decreto Sicurezza un provvedimento contro la prostituzione.

    Per strada è reato

    foglio di via per chi si prostituisce per strada.  Lo annuncia Berlusconi in persona.

    Neanche avesse letto questo articolo.  :mrgreen:

     

    Lascia un Commento
  3. avatarBsaett - 7 novembre 2010

    Le norme sulla prostituzione che prevedono pene per chi si prostituisce per strada, fino a 15 giorni di arresto e multa fino a 3.000 euro, dovevano essere originariamente inserite nel pacchetto sicurezza (decreto Maroni), che è immediatamente operativo, ma sono state stralciate. Adesso il tutto andrà in un disegno di legge che necessita di molto tempo per diventare legge. La particolarità della normativa era che era punito anche il cliente delle “lucciole”, ovvero l’utilizzatore finale, con le stesse pene delle prostitute. Stando così le cose, visto che ci sono buone possibilità che si torni a votare, il disegno di legge finirà in un cassetto per lungo tempo.

    Lascia un Commento

Devi essere Registrato per poter laciare un commento!.