La nostra Italia, la nostra vita.

Ora carissimi Italiani… spiegatemi a cosa è servito il voto.
Spiegatemi a cosa serve scannarci tra destra, sinistra, centro, sopra, sotto, verdi, neri e blu quando vogliamo tutti la stessa cosa: un governo che faccia gli interessi del paese.
Spiegatemi perchè sembra tutto una tifoseria da stadio, con squadre che decidono prima della partita i gol da fare.

Quello che vogliono è rimanere IMPUNITI e soprattutto mantenerci SEPARATI, ma se solo riuscissimo a focalizzare ciò che tutti vogliamo, indipendentemente dal nostro pensiero politico e indipendentemente dalla storia che in questi ultimi 10 anni è stata spazzata via da un bombardamento mediatico lobotomizzante, sono convinto che basterebbe poco a fare il culo a tutti.

Il campanello d’allarme, la prova che la possibilità di cambiare qualcosa c’è stata, è considerando cosa è accaduto con l’entrata del M5S.
Il mio non è un messaggio politico, quanto una considerazione su quello che è accaduto, è bastato inserire in parlamento gente NUOVA per scatenare un casino, un po’ come quando si spruzza del veleno su un mucchio di insetti che mangiano avidamente qualcosa… cominciano a correre all’impazzata da tutte le parti, al riparo.

Non abbiamo bisogno di essere tuttologi politici per capire che è tutto allo sbando, che c’è qualcosa in Italia che non va proprio bene ed invece di reagire e capire, continuiamo a fare il loro gioco: a scannarci tra di noi che siamo tutti nella stessa pentola.
I valori prima di tutto sono andati a farsi friggere, fino ad arrivare alla perdita totale di patriottismo. Ci vergogniamo di essere Italiani… MA PERCHE’?????
L’impunità è alla luce del giorno e questo rendere normale e consueto il distruggere la Costituzione, il rigore e le leggi… non so a voi, a me trasmette nausea, ripudio, disgusto, ma soprattutto vergogna, ma non voglio vergognarmi di essere Italiano, non voglio vergognarmi della mia terra, del posto dove sono nato.

Sono riusciti a farci indebitare e riescono a tenerci per le palle perchè ci sentiamo la causa della disfatta e perdita di ciò che i nostri nonni e padri ci hanno lasciato.
Non abbiamo i mezzi per diventare grandi, di crescere, non abbiamo la possibilità di dare una svolta alla nostra vita monotona, aspettando che un giorno forse qualcosa cambierà.
“La speranza è l’ultima a morire”… la speranza è una droga allucinogena!
La speranza ci toglie dagli occhi la realtà, quello che realmente sta accadendo.
Ci sentiamo inutili e impotenti di prendere in pugno la nostra vita, ci sentiamo colpevoli di tutto ciò… hanno vinto e non è colpa nostra.

Siamo Italiani, siamo nati su questa terra, i nostri padri hanno costruito l’Italia, i nostri nonni l’hanno liberata, noi dobbiamo salvarla e l’unica cosa che per me è certa è rimanere uniti, tutti verso un’unica direzione.
Finché noi cittadini Italiani ci scanneremo davanti a colori politici non otterremo mai nulla.

Loro… gli schifosi, luridi, bastardi, ladri impuniti… loro sono uniti, loro si che l’hanno capita e comandano e decidono il nostro futuro e quello dei nostri figli (se mai un giorno ne avrò).


Commenti
Sono stati scritti 3 commenti sin'ora »
  1. avatarAndrea Cotti - 23 aprile 2013

     

    • Andrea Masini

      Scannarci fra di noi non serve a nulla. A NOI. A LORO invece serve, eccome. Serve, come scrivi anche tu, a tenerci lontani dalla realtà. Una realtà fatta di poche, pochissime persone che si fottono un popolo intero. A LORO conviene tenerci come siamo semrpe stati: DISUNITI. Ma basta guardare la storia: siamo stati comandati da tutti: Francesi, Tedeschi, Arabi, Spagnoli… Se guardi l’ italia vedrai ancora oggi i tratti di tutti questi popoli laddove hanno esercitato il loro potere. 

      Siamo il popolo più disunito del mondo, forse. In più, negli anni, abbiamo peggiorato sensibilmente le nostre caratteristiche peggiori: il menefreghismo, l’egoismo, l’assoluta mancanza di qualsivoglia senso civico. Siamo senza speranza, amico mio. E la nostra poltica attuale non fa che rispecchiare in pieno queste infami caratteristiche: l’italiano generico medio se può ruba, si approfitta, fa il proprio interesse anche se questo costa agli altri infinitamente di più di quanto in effetti non gli renda. Sai, io credo che alla fine NON è un caso il risultato delle ultime elezioni. Ma come: questi sono 20 anni almeno che governano, hanno ridotto il paese alla miseria più nera, cioè quella dove LAVORI ma muori di fame lo stesso, la più assurdamente inconcepibile… e gli italiani al voto che fanno? Ri-votano gli stessi di prima. Berlusconi, addirittura MONTI, quello chiamato a fare “il lavoro sporco”, quello che NESSUN politico voleva fare per non perdere voti alle imminenti elezioni… E invece, il “buon” Monti, dopo aver messo in atto alcune fra le misure più INGIUSTE e IMPOPOLARI degli ultimi 30 anni, al grdio di “bisogna salvare l’italia”, e soprattutto dopo aver poi gentilmente regalato tutto il maltolto al MOnte dei Paschi di Siena, si è presentato bel bello alle elezioni e ha portato a casa un bel 10%. No dico: DIECIPERCENTO.

      A questo aggiungi chi ha ri-votato per Berlusconi (un latro 29% circa, mica bruscolini) e hai un bel 40% circa (quindi quasi LA META’ degli aventi diritti al voto) cui sta bene la situazione attuale. In questo desolante panorama, come fare ad avere ancora fiducia negli italiani?? Perchè vedi, Grillo o non Grillo, se il cambiamento NON PARTE dal popolo, dalla GENTE, non andiamo da nessuna parte. La mia fiducia è azzerata, anche proprio dal fatto che non ho ancora capito se il CAMBIAMENTO la gente lo vuole davvero o invece ha paura. Paura di perdere i proprio privilegi (ma quali???) paura che “dopo sarà peggio” (ma..PEGGIO di così???). Paura. O la solita indolenza cronica degli italiani.

      Tu sei orgoglioso di essere italiano? Anche io lo ero. Abbiamo, è vero, tante belle qualità. Ma abbiamo anche tanti, terribili, difetti. E purtroppo per noi, i secondi stanno surclassando prepotentemente le prime. Speriamo nel futuro.

    Lascia un Commento
  2. avatarMichele Cotti - 23 aprile 2013

     -“… paura che dopo sarà peggio” –

    Credo che il punto sia proprio questo. Si io sono orgoglioso di rappresentare l’Italiano onesto, sono orgoglioso di essere l’Italiano con i valori della famiglia, dell’unità, l’Italiano che sorride, che vive la vita.
    Non ho bisogno di fregare il prossimo e cerco di rispettare più che posso le persone che ho attorno, le cose che ho attorno, la vita degli altri.
    Mi sento sempre frustrato da ciò che accade politicamente in Italia, le uniche cose che posso fare è far quadrare la mia vita nel modo migliore che possa fare, partendo dalle piccole cose.
    Per lo Stato dovremmo sparire per poter vivere felici, non avere nulla e non essere nessuno.
    Cerco di tenere botta, si è dura, ma siamo rimasti solo noi.

    Lascia un Commento
  3. avatarAndrea Cotti - 23 aprile 2013

     

    • Mirko Torri    Grande Michele… sono d’accordo su tutto ciò che scrivi…di fatto a mio avviso è proprio in mano ai giovani che dobbiamo mettere la nostra Italia… ho visto molti interventi dei deputati 5S in parlamento… e sentirli parlare mi ha emozionato, vedo in loro la mia trasposizione come se fossi li con loro!!… questa è la vera politica!!…la vecchia partitocrazia è già defunta, stanno rantolando e annaspando facendo qualsiasi tipo di porcata per rimanere a galla ma il loro destino è segnato, presto non esisterà piu destra o sinistra ma contrapposizione di idee… io sono fiducioso, ma dobbiamo aiutare questi ragazzi e dargli il nostro sostegno, se perdiamo questa occasione saremo schiacciati definitivamente…
    Lascia un Commento

Devi essere Registrato per poter laciare un commento!.