Bersani segue la traccia di Monti

E così andremo a votare le Primarie anche per i candidati al Parlamento.

E’ stata dura, che le forze interne al Pd che contrastavano questa scelta erano tante e ben radicate. Quelle ad esempio che stanno lì da decenni solo ad occupare poltrone o a intrallazzare sottobanco, e che da queste primarie di popolo vedono una quasi non rielezione assicurata.

Come le Primarie per il candidato Premier, porteranno un’ondata di consenso, e di voti, che messi assieme al recente hara kiri della ditta  Casaleggio & Grillo, offrirà al Pd un consenso mai avuto prima, e che molto probabilmente verrà confermato dalla prossima tornata elettorale.

Ma che ci porterà Bersani Presidente del Consiglio? Che ci sta promettendo già oggi?

Vediamo.  :mrgreen:

Muovendosi già da Premier, sta girando per l’Europa e per il mondo rassicurando i mercati finanziari che  “non si torna indietro dall’agenda tracciata da Monti, faremo le riforme e lasceremo l’art.18“.  “Monti l’abbiamo voluto noi e io interpreto l’agenda Monti come un’agenda di rigore, rispetto dei vincoli europei, lavoro per incidere sull’evoluzione della politica europea. Questi sono punti di non ritorno“. “Monti e figura chiave, e deve avere un ruolo”.

Monti dunque, … o forse Bersani ha fatto solo una manovra propagandistica per tranquillizzare i mercati e indurli ad acquistare ancora i nostri BTP?  Che in effetti durante la campagna per le Primarie, più volte aveva preso le distanze dalla politica di Monti, attaccata duramente anche da noti quotidiani comunisti-leninisti di tutto il mondo.

Il più sovversivo appare il New York Times, dove il noto Trozkista Krugman scrive: “Tecnocrati  responsabili che costringono le nazioni ad accettare la medicina amara dell’austerità, l’ultimo caso è l’Italia dove Monti lascia in anticipo, fondamentalmente per aver portato l’Italia in depressione economica“.

Ancor più estremista il Financial Times  che con il noto marxista W. Munchau denuncia:  “L’anno di Monti è stato una bolla, buona per gli investitori finché è durata. E probabilmente gli italiani e gli investitori stranieri non ci metteranno molto a capire che ben poco è cambiato nel corso dell’ultimo anno, ad eccezione che l’economia è caduta in una profonda depressione. Due cose devono essere sistemate in Italia, la prima è invertire immediatamente l’austerità, in sostanza smantellare il lavoro di Monti… la seconda è scendere in campo contro Angela Merkel…“.

Più pacato il maoista Daily Telegraph: “Monti ha portato l’inasprimento fiscale al 3,2% del Pil quest’anno: tre volte la dose terapeutica. Non vi è alcuna ragione economica per farlo. L’Italia ha avuto infatti un budget vicino al saldo primari nel corso degli ultimi sei anni“.

Ci sembra di capire che la politica di Bersani sarà dunque più moderata e meno estremista di quelle di Financial Time, Daily Telegraph e New York Time, noti agitatori di sovversivi.

Forse il suo obiettivo ora è entrare a far parte anche lui come Monti del  Bilderberg Group: il noto sodalizio di economisti e imprenditori internazionali di altissimo livello.

Monti difatti alla cena del Convegno di Bilderberg tenutosi poche settimane fa a Roma, ha illustrato le misure economiche messe a punto dal suo Governo per consegnare definitivamente la finanza italiana nelle loro mani.

E deve averci pure messo una buona parola per Bersani.  :mrgreen:

 


Commenti
C'è solo un commento per ora, perchè non farne un secondo?
  1. avatarAlessandra Pisa - 14 dicembre 2012

    Bersani si sta preoccupando tanto di rassicurare i mercati. Ma chi li sta rassicurando i suoi elettori? Beh evidentemente è così sicuro perchè sa che  i suoi alla vista del Nano non saranno in grado di fare scelte sensate…il famoso meno peggio.
    Peccato che il meno peggio ci farà tre quarti di c…. ad andar bene se non tutto intero… 👿  

    Lascia un Commento

Devi essere Registrato per poter laciare un commento!.